Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Elena Mazzullo Moonlady “Col cd celtico ‘My Ancient song’ mi lancio da solista”

Con me la mia fedele arpa comprata con i risparmi di ben dieci anni

Ventimiglia. Melodie celtiche e new age, perché è con questa musica che si possono far vibrare emozioni, raccontando storie fantastiche di un mondo fantastico. Questo da sempre scrive e canta Elena Mazzullo Moonlady che adesso, con l’album fresco di incisioneMy Ancient song’ (Il mio canto antico), debutta da solista vivendo così un’autentica svolta, artistica ma non solo, “perché ogni volta è un trasportarsi in un altro universo, rimanendo sospesi, respirando suggestioni. Un’energia positiva, che alza le vibrazioni e ti mette in armonia con il mondo, che voglio continuare a provare e continuare a trasmettere”My Ancient song è una raccolta di antichi brani tradizionali che toccano il folclore irlandese e inglese ma con l’inclusione di due pezzi tratti da colonne sonore e riarrangiati: quello dal videogame The Witcher 3 e May It Be da Il Signore degli Anelli. Un cd lanciato per ora sono online sul canale youtube e sulla Facebook page ma di cui si sta pensando di realizzare anche copie fisiche per promuoverlo durante i suoi molti concerti live. E con lei la sua arpa, fedele compagna di tutte le sue esibizioni, fortemente sognata e tanto voluta da riuscire a comprarla con i risparmi di ben dieci anni. “E ci ho messo un anno solo per imparare la posizione delle dita, un altro per suonare decentemente e un altro ancora per realizzare un repertorio da cantare e suonare. Ormai suono l’arpa celtica da 4 anni”. 

Una scelta, quella per la melodia celtica, di cui la musicista e cantautrice ventimigliese si è invaghita a 12 anni “guardando il film ‘Il Signore degli Anelli’ che mi ha fatto scoprire la musica di Enya. Me ne sono innamorata perdutamente e da li tutto ha avuto inizio” diventando l’‘obiettivo’. Enya e soprattutto Lorenna Mc Kennitt sono i suoi idoli dai quali trae ispirazione. Per la Signora della Luna un piacere intenso far musica ed oggi tuffarsi a capofitto in questa nuova avventura poiché “punto di svolta verso un percorso artistico strutturato e completato, si spera quanto prima, dalla laurea in canto lirico al Conservatorio Nicolò Paganini di Genova, così da concretizzare uno studio appassionato ed approfondito di canto e musica che ho iniziato già all’età di 15 anni”.

Nonostante i continui complimenti per la sua voce incantevole ed empatica, Elena rimane una persona modesta e con i piedi ben fermi a terra, nell’aspirazione, semplice ma vitale, di continuare ad esibirsi nei concerti, magari in giro per il mondo, per conoscere tanti musicisti anche di altri generi coi quali fondere diversi mondi per crearne di nuovi. Ma Elena sogna anche di avere un posto fisso da insegnante di musica per trasmettere le sue ‘vibrazioni’ alle future generazioni. “E se arriverà la fama ancora meglio”. E’ questo il potere della musica.

E mentre lancia questo suo primo lavoro da solista, Elena è già proiettata a quest’estate in cui, in ambito di festival musicali dedicati, promette progetti di spessore e poi l’anno prossimo la sua vera esplosione “Sto già lavorando poiché il mio prossimo cd sarà di brani inediti composti da me. Spero di farlo uscire se non per Natale sicuramente per la primavera”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.