Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Educazione cinofila, di quanto esercizio fisico ha bisogno il nostro amico a 4 zampe?

I cani inattivi possono manifestare un comportamento distruttivo o esprimere la propria ansia e frustrazione rosicchiando, sporcando o abbaiando in maniera eccessiva

Quanto esercizio fisico è necessario al nostro amico a 4 zampe? Tutti i cani adulti hanno bisogno di essere portati fuori ogni giorno per almeno tre brevi passeggiate di 20 minuti l’una, in modo che possano compiere le loro funzioni corporali. Oltre a queste, hanno bisogno di fare una bella corsa o passeggiata nel parco o in qualche altro spazio sicuro e all’aperto.

La quantità di esercizio fisico necessaria per il vostro cane dipende dall’età e dalla razza. I cuccioli non dovrebbero essere allenati troppo quando le loro ossa e muscoli sono ancora in fase di sviluppo. Per esempio, si raccomanda di non iscriverli a lezioni di agility, dove potrebbero dover saltare ostacoli, fino a quando non avranno compiuto i 18 mesi d’età. Anche i cani più anziani non dovrebbero essere sottoposti a un eccessivo esercizio fisico.

Questo non significa confinarli a una vita sedentaria, ma solo rallentare un poco il ritmo, in particolare se il vostro animale ha problemi con le articolazioni, come capita se ha una certa età. La quantità di esercizio fisico necessaria varia in base alle diverse razze.

La taglia da sola non è un’indicazione sufficiente. I cani di taglia piccola, allevati principalmente come cani da compagnia, come i cavalier king Charles spaniel, non hanno bisogno di intense sessioni di allenamento, anche se richiedono un buon esercizio e stimolazione sensoriale. I terrier, nonostante anche loro siano di taglia piccola, sono molto più attivi. Anche i cani da lavoro, allevati per la loro resistenza fisica, come i collie, capaci di badare al gregge tutto il giorno senza stancarsi, hanno bisogno di più esercizio rispetto ad altre razze.

Adattate la routine di allenamento del vostro cane in base all’attività per cui è stato selezionato, sia che si tratti di inseguire, cacciare, riportare o badare al gregge. La qualità è altrettanto importante della quantità. Portare a correre il vostro cane nella stessa area del parco ogni giorno risulterà monotono sia per lui sia per voi. Frequentate zone diverse del parco o andate altrove.

Variate il percorso per arrivarci: piccoli cambiamenti possono fare una notevole differenza in termini del piacere provato dal vostro cane durante l’uscita. Quanti nuovi deliziosi odori da annusare. Ci sono un paio di modi per capire se il vostro cane non sta ricevendo la giusta dose di esercizio fisico. Se sta ingrassando significa che ha bisogno di essere portato fuori più spesso e più a lungo. Se inizia ad avere comportamenti indesiderati, forse non riceve abbastanza stimoli.

I cani inattivi possono manifestare un comportamento distruttivo o esprimere la propria ansia e frustrazione rosicchiando, sporcando o abbaiando in maniera eccessiva. I cani lasciati soli per lunghi periodi come consuetudine non possono essere biasimati se scaricano la propria noia e solitudine sul divano. Rosicchiare attenua lo stress: è la stessa cosa di quando noi ci mangiamo le unghie. Lasciare il vostro cane in cortile tutto il giorno senza portarlo fuori è sbagliato quanto lasciarlo in casa.

Il cortile all’inizio può anche essere un luogo più stimolante della cucina, ma dopo qualche tempo diventerà un’altra stanza della casa. Se il vostro cane trascorre lunghe giornate a casa da solo, valutate se affidarlo a un dog-sitter competente.

 

Educatore cinofilo Luca Suman

http://evoluzionecinofila.blogspot.com

evoluzionecinofila@gmail.com

https://m.facebook.com/maluevoluzionecinofila

Tel. 3401447161

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.