Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Da Zurigo alla Riviera e ritorno attraverso la Val Roja, ecco il “Tenda Express” foto

Dal territorio elvetico alle spiagge del Mediterraneo per visitare i borghi della Riviera e le meraviglie della Val Roja

Ventimiglia. A curare il servizio è il tour operator svizzero Zrt, Zermatt Rail Travel con le ferrovie svizzere, mentre in Italia l’organizzazione del viaggio è a cura di Trenitalia per la trazione e la scorta a bordo treno. Niente strade, ma rotaie per un viaggio che dalla Svizzera porta i turisti al mare della Riviera di Ponente con   il “Tenda Express”.

In questi giorni primaverili l’azienda ferroviaria svizzera offre, ad un bel gruppo di viaggiatori, un giretto nel ponente ligure, con una sosta al sabato per godersi il sole per poi ritornare in Svizzera, transitando lungo la linea del Tenda. Un viaggio che offre molti spunti fotografici con paesaggi mozzafiato. In quasi dieci ore dal territorio elvetico si possono raggiungere le spiagge del Mediterraneo, visitare i borghi medievali, gustare i prodotti tipici, viaggiando in treno. Una prospettiva interessante per il nostro settore turistico.

Si tratta di un treno “straordinario” che viene allestito di tanto in tanto. Non ha insomma una periodicità fissa. Ma una cosa è certa: in Svizzera c’è un forte interesse per la Liguria e questi treni charter consentono ai viaggiatori di restare seduti comodamente in vagoni attrezzati con bar e ristorante, evitando di utilizzare l’auto.

Un treno turistico di tutto rispetto composto da cinque carrozze di prima classe e con una carrozza ristorante SBB. A trainarle è un locomotore E402. Da Ventimiglia a Cuneo la trazione è diesel. La tratta è molto interessante per coloro che viaggiano a bordo di quelle cinque carrozze, ovvero Zurigo-Arma di Taggia per poi ripartire da Taggia alla volta di Ventimiglia e quindi salire in Val Roja, Limone Piemonte, Cuneo, Fossano, Domodossola e arrivare a Zurigo. Il treno è passato in territorio italiano raggiungendo Domodossola alle 12,50 ed è arrivato ad Taggia alle 18,28 dopo una breve sosta tecnica a Genova Sampierdarena anche per i cambio del personale di macchina e di bordo. Ieri a Taggia è arrivato con un ritardo di 22 minuti perché ha sostato anche a Finale Ligure per precedenze e incroci vari.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.