Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Adottare un cane, i consigli per assicurargli una vita felice

Portare un cucciolo o un cane nuovo a casa non dovrebbe mai essere una scelta fatta sull'onda dell'impulso

Portare un cucciolo o un cane nuovo a casa non dovrebbe mai essere una scelta fatta sull’onda dell’impulso. Prima di prendere una simile decisione, dovete indagare a fondo le vostre ragioni. I cani non sono solo un dono per Natale, ma per tutta la vita. Far entrare nella propria vita un cucciolo comporta un considerevole impegno e non è facile comprendere, prima che succeda, quanto questo rivoluzioni la vostra vita, come capita con la nascita di un bambino. Se in passato, o da piccoli, avete avuto dei cani, potreste già avere qualche idea di cosacomporti. Se non avete mai avuto un cane, vi conviene prendere in considerazione gli argomenti qui elencati.

Sarete in grado di trascorrere abbastanza tempo con il vostro cane? Una volta superata la fase in cui sono cuccioli, la maggior parte dei cani può essere lasciata da sola tra le quattro e le sei ore senza che la cosa crei loro distress (termine tecnico per intendere lo stress negativo). Se lavorate a tempo pieno e a casa non avete nessuno che possa prendersi cura del vostro animale, state condannando una creatura essenzialmente sociale a una vita all’insegna dell’ansia, della noia e della depressione, a meno che non vi affidiate a un dog sitter competente.

Il cane ha bisogno di esercizio fisico regolare. Questo significa almeno un paio di passeggiate e una corsa decente ogni giorno. I gatti si esercitano da soli. I cani, invece, non dovrebbero essere lasciati vagabondare in giro senza la supervisione di un essere umano.

Deve essere educato Anche l’animale all’apparenza più docile può diventare difficile senza obbedienza di base. Per riuscirci, potete affidarvi a un buon educatore cinofilo.

Deve essere stimolato Proprio come noi esseri umani, anche i cani si annoiano quando non ricevono stimoli, non si divertono e non giocano.

Avete figli? Avete già un cane o un altro animale domestico?
Introdurre un nuovo membro all’interno di una famiglia talvolta può risultare difficile, in particolare se nel vostro ambiente familiare non tutti sono entusiasti quanto voi all’idea.

Quale razza scegliere Quando sarete sicuri di essere pronti ad affrontare le sfide che comporta l’arrivo di un cane nella vostra vita, la prossima domanda da porvi è: che tipo di cane scegliere? Da secoli gli esseri umani allevano in maniera selettiva i cani, accentuando determinate peculiarità innate o alcuni elementi dell’aspetto. Mentre tutti i cani hanno le loro caratteristiche individuali, ogni razza tende ad avere dei tratti in comune. Alcuni cani hanno bisogno di esercitarsi più degli altri; certi esemplari richiedono un maggior numero di cure. Alcune razze sono per natura più protettive, mentre altre sono più sensibili ai rumori. Il grande vantaggio di scegliere un cane di razza è che saprete più o meno che cosa aspettarvi. Usate questo punto a vostro beneficio e fate un’attenta ricerca prima di compiere la vostra scelta. Leggete libri e riviste, consultatevi con gli allevatori e chiedete ai vostri amici delle
loro esperienze con i cani. Non scegliete un cane in base al suo aspetto o perché una determinata razza è di moda. Molta gente, che si è precipitata a prendere un delizioso cucciolo di dalmata dopo aver visto 101 cuccioli a macchie nere e bianche saltellare in un film della Disney, si è ritrovata a possedere un cane che ha un notevole bisogno di fare movimento. In origine i dalmata erano allevati in qualità di “cani da carrozza”, ossia per correre al fianco delle carrozze e mettere in fuga briganti e ladri. Questi cani hanno bisogno di esercitarsi – e parecchio -e di essere trattati con particolare e sapiente cura.

La scelta della razza giusta implica trovare quella adatta alla vostra situazione. Se volete un cucciolo tranquillo e rilassato che sia un ottimo compagno per i vostri figli, un terrier, una razza particolarmente attiva, non sarebbe la scelta più sensata. I labrador e i retriever hanno un buon carattere e sono socievoli per natura, il che li rende la razza ideale per le famiglie con figli. Tuttavia, anche loro hanno bisogno di fare molta attività. Se non siete pronti a dedicare parecchio tempo all’addestramento e all’esercizio, allora non scegliete un cane da lavoro
come il border collie che rischia di fare il matto senza sufficienti stimoli. Paradossalmente i levrieri e i whippet, sebbene allevati per correre molto veloci, non richiedono un considerevole esercizio. I cani da difesa, come i pastori tedeschi, i rottweiler, i doberman, i chow-chow e gli akita, sono animali intelligenti e fedeli, ma possono essere oltremodo protettivi e tendono ad essere cani per una sola persona. È inoltre importante sapere che, pur prendendo in considerazione le caratteristiche di una razza, ogni cane è un individuo con personalità e temperamento unici.

Caratteristiche da valutare

Taglia: quanto diventerà grosso il cane? E quanto mangerà?

Rumore: alcune razze sono per natura più inclini a latrare e abbaiare di altre. Alcune razze inoltre sono più sensibili ai rumori.

Livello di attività: di quanto esercizio avrà bisogno il cane? I cani da lavoro, allevati per accudire le pecore, hanno bisogno di intensi momenti di attività.

Indole: terrier sono, per natura, prepotenti e tenaci. Gli spaniel, i setter e i retriever generalmente hanno un’indole socievole e affettuosa.

Manto: quanto tempo (e quanti soldi) dovrete investire nella cura del vostro cane?

Punti deboli: causa dell’intensiva selezione in consanguineità, alcune razze soffrono di problemi congeniti. I dalmata, per esempio, possono soffrire di problemi all’udito. I bulldog inglesi possono avere problemi respiratori. I cavalier king Charles spaniel sono predisposti a malattie cardiache.

Meticci: scegliere un meticcio, a differenza di un cane di razza, è per forza di cose un salto nel buio. I meticci o gli incroci (nati da due cani di razza) avranno le caratteristiche di razze diverse nella loro natura e potreste non essere In grado di prevedere quale caratteristica prevarrà sulle altre. Potrebbe anche risultare difficile determinare quanto diventerà grosso il cane crescendo. La dimensione delle zampe di un cucciolo può offrire qualche indicazione in merito, ma non sempre è una guida infallibile. Il vantaggio però è che molti meticci sono piuttosto versatili. Numerosi hanno un’aspettativa di vita particolarmente lunga e, a causa del pool genetico misto, sono assai meno predisposti a soffrire di problemi congeniti che risultano dall’intensa selezione in consanguineità.

Dove trovare un cucciolo: vi consiglio di prendere sempre i cuccioli da fonti valide e affidabili. Nel caso di cani di razza pura, questo significa rivolgersi direttamente all’allevatore. Nessuna persona degna di tale nome venderebbe mai una cucciolata a un negozio di animali. Saprete di aver trovato un ottimo allevatore quando sarà lui o lei a farvi più domande di quante non ne facciate voi. Un bravo esperto venderà un cucciolo solo a chi ritiene lo tratterà in maniera corretta, fornendogli le cure di cui ha bisogno; vorrà sapere se sarete in casa durante il giorno, se avete un giardino, se c’è un parco nelle vicinanze dove far esercitare il cane; vi fornirà consigli sull’addestramento e sul regime alimentare. Magari vorrà venire a trovarvi a casa. Solo quando sarà convinto che sarete degli ottimi padroni deciderà di vendervi il cucciolo. I cuccioli di meticci e di razze incrociate, meno richiesti dei cuccioli di razza pura, sono più difficili da reperire nei negozi di animali ma comunque, anche in questo caso, non è consigliabile comprare un meticcio in questo modo, al pari di un cucciolo di razza pura. Il cucciolo comprato in un negozio, nonostante l’aspetto delizioso e irresistibile, potrebbe avere problemi di salute e mostrare problematiche legate al cattivo modo in cui è stato trattato. Consultate invece gli annunci pubblicitari sulle riviste di settore o dal veterinario e visitate il cucciolo nella sua casa prima di decidere di farlo entrare nella vostra. Contrariamente a quello che potrebbero dirvi i proprietari di negozi di animali, è molto più probabile che i cuccioli dei negozi provengano dai cosiddetti puppymills (fabbriche di cuccioli). Nonostante siano stati fatti diversi sforzi per limitarla, questa pratica ignobile prosegue ancora.

Cani da salvare: se siete alla ricerca di un cucciolo o di un cane adulto, un’alternativa è di visitare un canile, un rifugio per animali, un centro di soccorso e adottare un cane abbandonato. I cani dei canili non godono di un’ottima reputazione e molte persone ritengono siano troppo imprevedibili oppure troppo segnati dai maltrattamenti subiti in passato per poterli piazzare con successo in una nuova casa. La realtà è ben diversa. I cani finiscono nei rifugi per diverse ragioni. Una cucciolata non voluta potrebbe portare all’abbandono dei cuccioli; i cani più vecchi possono essere sistemati in un rifugio quando i loro padroni sono troppo vecchi o malati per prendersene cura. Com’è ovvio, in generale i cuccioli trovano con grande facilità un’altra casa, mentre per i cani più anziani e difficili può essere necessario molto più tempo. Se state prendendo in considerazione di dare una casa a queste creature sfortunate, parlate con il personale del rifugio e lasciatevi guidare dalle valutazioni che vi daranno sulle caratteristiche di ogni cane e di che cosa hanno bisogno in termini di sostegno. Un’ampia percentuale dei cani che si trova nei rifugi è lì per problemi legati al loro comportamento; ossia comportamenti naturali per il cane ma inaccettabili nella nostra società. È più facile attribuire un problema di questo tipo al carattere del cane di quanto non sia valutare come l’ambiente da noi creato possa averlo influenzato negativamente. La maggior parte dei problemi comportamentali si può modificare con un po’ di tempo e comprensione. Molti ritengono che i cani dei canili siano imprevedibili o troppo segnati dai maltrattamenti subiti in passato per poterli piazzare con successo in una nuova casa. Ma la realtà è ben diversa. Prima di prendere un cane di canile/rifugio, fatevi aiutare da un buon educatore cinofilo. Noi di Malù- Evoluzione Cinofila offriamo anche questo tipo di servizio in tutta la provincia di Imperia, aiutando le persone a scegliere il cane che più fa per loro.

 

Educatore cinofilo Luca Suman

http://evoluzionecinofila.blogspot.com

evoluzionecinofila@gmail.com

https://m.facebook.com/maluevoluzionecinofila

Tel. 3401447161

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.