Quantcast
Vinitaly 2017, il premio di ‘viticoltore etico’ ligure va a Giovanni Massa dell’Azienda ‘Il Cascin’ di Arzeno di Oneglia - Riviera24
Agroalimentare

Vinitaly 2017, il premio di ‘viticoltore etico’ ligure va a Giovanni Massa dell’Azienda ‘Il Cascin’ di Arzeno di Oneglia

I vigneti dell'azienda si trovano tra i Comuni di Cesio e Caravonica. La loro posizione crea un microclima ideale per la maturazione dell'uva

"Vinitaly" promuove le tipicità del territorio

Genova. È andato a Giovanni Massa, dell’Azienda agricola ‘Il Cascin’ di Arzeno di Oneglia, il premio di “viticoltore etico”, assegnato questa mattina nello stand della Regione Liguria a Vinitaly 2017 dall’assessore regionale all’Agricoltura Stefano Mai.

“Giovanni e la moglie Jose – ha spiegato l’assessore Mai – incarnano i valori dei ‘viticoltori eroici’, lavorando tra le fasce della valle d’Oneglia, a un’altitudine tra i 450 e i 600 metri, su terreni stretti sostenuti dai tradizionali muretti a secco. La famiglia Massa si è conquistata il riconoscimento ‘etico’ in quanto ha svolto un impegno importante, il recupero di antichi poderi attorno al borgo di Arzeno, mettendo in sicurezza il terreno, salvaguardandolo dal rischio idrogeologico e mantenendo inalterate le antiche colture, legate al cultivar taggiasca dell’olivo oltre che dal vino”.

I vigneti dell’azienda si trovano tra i Comuni di Cesio e Caravonica. La loro posizione, esposta al sole, con le correnti ascensionali che percorrono la vallata dal mare verso monte, creano un microclima ideale per la maturazione dell’uva.

L’azienda produce: Pigato, Vermentino, Rossese, Bianco Terrazze dell’imperiese, Rosato Terrazze dell’Imperiese, Rosso del Cascin, Rosso podere la Madonnetta.

leggi anche
"Vinitaly" promuove le tipicità del territorio
In vetrina
“Vinitaly” promuove le tipicità del territorio, presenze importanti allo stand di Verona
Vino e Vignette
Per bacco
Scatta “Vinitaly” e la Riviera dei Fiori presenta la sua offerta migliore
vinitaly
Per bacco
La provincia di Imperia vola a “Vinitaly”, a Verona vanno in vetrina le eccellenze di casa nostra
commenta