Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Urban DownAlley 2017 a Cervo, condizioni avverse per la prima tappa foto

Il 1 e 2 aprile si è svolto il primo ed unico circuito italiano di MTB Gravity nel borgo medievale

Più informazioni su

Cervo. Si è svolta in condizioni avverse la prima tappa di Urban DownAlley 2017 nel caratteristico borgo medievale di Cervo. Una competizione di DownHill urbano si tratta infatti del primo ed unico circuito italiano di MTB Gravity dedicato agli ambienti urbani, la particolarità sta proprio nel fatto che si tratta di circuiti urbani e quindi aperti unicamente nei due giorni della gara.

Dopo un intenso mese di lavori per la preparazione della tappa di Cervo da parte di Apache Trail’s Builders il sabato lo svolgimento delle prove è stato accorciato e quindi chiuso alle 16 anziché alle 17 proprio per evitare incidenti visto che la pioggia cominciava a farsi sentire insistente. Il tracciato ha resistito alle intemperie ed i rider hanno goduto appieno della tecnicità delle strutture anche sotto l’acqua, qualche difficoltà in più per il giorno della gara che si è svolta ugualmente nonostante il sentiment generale che avrebbe voluto il rinvio.

La caparbietà dell’organizzazione, la preparazione del Team Apache Trail’s Builders e non ultima anche un pizzico di fortuna hanno fatto buon gioco a cattiva sorte infatti dopo un avvio ritardato proprio dai danni provocati dal maltempo, i rider hanno cominciato disegnando un giro qualifica non poco impegnativo viste le condizioni del terreno e dell’oliveto.

Una volta definita la classifica di partenza alle 13.15 è partita regolarmente Gara1 che si è conclusa alle 15.40. A quel punto le condizioni meteo in netto peggioramento dalle ore 17 hanno costretto la Direzione Gara a prendere la drastica decisione di annullare Gara2. Solo con il senno di poi si è arrivati a capire che è stata la decisione migliore infatti alle 1715 il tempo è effettivamente peggiorato ed ha cominciato a piovigginare per poi sfociare in un temporale culminato nella sua massima espressione alle 1745. In ogni caso la conclusione di Gara2 sarebbe stata successiva all’inizio del temporale infatti la prima manche, soprattutto per le difficoltà dovute al meteo è durata ben 2 ore e trenta minuti. In questo tipo di gara la sicurezza è sempre il primo aspetto da valutare ed è questo che ci ha portato alla decisione finale.

In ogni caso la gara svoltasi su una sola manche di gara ha visto sul gradino più alto del podio il numero 4 Tommaso Francardo (Team Super Natural Nuke Proof) che ha trionfato con il tempo di un primo 25 secondi e 75 centesimi, secondo classificato Carlo Gambirasio (Team Rose) staccato di 18 centesimi mentre per il terzo gradino del podio il vincitore 2016 il francese Cedric Martin (Team Blausasc VTT) con il tempo di 1 primo 26 secondi e 13 centesimi.
Novità 2017 la categoria E-Bike e la categoria amatori UDA che da modo a più persone di giocarsi il podio senza doversi confrontare con i soliti mostri sacri che di gara in gara si contendono il podio.

A questo punto l’attenzione si trasferisce all’Isola d’Elba e più precisamente a Rio nell’Elba dove i ragazzi di Elba Gravity Park stanno già lavorando per la loro prima tappa all’interno del circo Urban DownAlley.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.