Quantcast
L'iniziativa

Un pomeriggio nel Parco di Villa Ormond tra merenda nei giardini e ambientazioni storiche

I vialetti del Parco di Villa Ormond verranno allietati da canti del tempo

riviera24 villa ormond

Sanremo. Sabato 22 aprile, alle 16, appuntamento con la merenda conviviale nei giardini di Villa Ormond: verranno offerti assaggi di sardenaria, focaccia all’olio e bevande non alcoliche. La focaccia  e la  sardenaira – prodotta secondo l’antica ricetta a cui è stato attribuito il riconoscimento DE.CO  (n°1 del 24 ottobre 2014) – saranno offerte dallo storico panificio sanremasco “Il Fornaio”. Si invita la cittadinanza a intervenire portando la propria merenda e, poiché sarà possibile fare merenda proprio nei giardini, si  ricorda che non è consentito accendere barbeque  e/o fuochi e si prega di osservare il  massimo rispetto per l’ambiente.

Oltre al momento conviviale, nel padiglione espositivo Prediali, grazie ad un’ambientazione d’epoca,  si potrà rivivere il suggestivo momento delle contrattazioni tra compratori e floricoltori che si tenevano nello storico Mercato dei Fiori.

Come un secolo fa, sarà la trombetta del vigile comunale, con divisa e cappello, a dare l’inizio della vendite mentre ambientazioni storiche riprodurranno scene di vita quotidiana della floricoltura, dalle fasce ai magazzini, e figuranti in costume si aggireranno tra “corbe” piene di fiori, mazzeria e fasci di fronde. Non mancheranno “quadretti” di vita rurale che ricostruiranno il momento della raccolta dei garofani tra “bastonetti” e donne che intrecciano il filo sotto le “vetrine” di uno steccato.  I fiori raccolti, sistemati come un tempo nelle caratteristiche “corbe”, saranno portati sulla schiena da floricoltori, uomini e donne, fino ai  magazzini di lavoro  per essere confezionati in mazzi per la vendita sul mercato.

I vialetti del Parco di Villa Ormond verranno allietati da canti del tempo e, attraverso l’ambientazione con la partecipazione di decine di figuranti, si potrà rivivere e assaporare il fascino di allora ma anche rendersi conto dei sacrifici di chi ha contribuito a realizzare il periodo d’oro della floricoltura.

commenta