Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Solidarietà fra gli alunni del doposcuola di Imperia e gli allievi terremotati di Leonessa foto

Assessore Chiarini: “Un bel gesto di vicinanza e solidarietà tra i più piccoli, per comprendere che le feste sono un'occasione speciale anche per riflettere su chi vive una situazione meno felice"

Imperia. I bambini del doposcuola di piazza Roma, via degli Ulivi, Piani e Caramagna, coadiuvati dai propri educatori, hanno avviato un interessante progetto di solidarietà rivolto ai coetanei di Leonessa, in provincia di Rieti, città colpita dal sisma che ha sconvolto il Centro Italia nei mesi scorsi.

Sono molti i progetti realizzati dal doposcuola che, nel corso degli anni ha individuato una programmazione legata ad eventi solidali, fra cui quello intergenerazionale che coinvolge gli utenti della Casa di Riposo. Quest’anno i laboratori si sono concentrati nel periodo pre-natalazio, cercando di rendere più lievi le feste di bambini che hanno vissuto momenti drammatici. Agli allievi di Leonessa è stato infatti recapitato direttamente dalla polizia municipale di Imperia un pacco contenete la “Tombola delle emozioni” con all’interno giochi, disegni e piccoli pensieri realizzati con il supporto delle educatrici. Proprio in questi giorni sono arrivati i messaggi da parte dei bambini, che hanno ringraziato i “colleghi” per la vicinanza e sensibilità dimostrata con il loro sostegno.

Il servizio del doposcuola, attivo negli istituti con tempo modulato, prevede diverse attività, tra cui compiti, giochi ma soprattutto una didattica educativa, proprio come quella realizzata nell’ambito di questo progetto.

Questo il commento dell’assessore Enrica Chiarini, responsabile del settore dei Servizi e delle attività educative “Un bel gesto di vicinanza e solidarietà tra i più piccoli, per comprendere che le feste sono un’occasione speciale anche per riflettere su chi vive una situazione meno felice. I bambini e le educatrici hanno lavorato per un progetto solidale e allo stesso tempo un laboratorio didattico e formativo davvero meritevole”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.