Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sentenza del processo a Fèlix Croft, Sinistra Italiana-Possibile “Un’accusa contestata ai trafficanti di esseri umani”

"Un tentativo per soffocare sul nascere ogni gesto solidale della società civile che sopperisce a un'Europa incapace di rispondere in modo strutturale e umanitario ad esseri umani in fuga da guerre o carestie"

Imperia. “Domani è attesa la sentenza del processo al volontario francese, Felix Croft, per il quale la Procura di Imperia ha chiesto una pena di 3 anni e 4 mesi e una multa di 50 mila euro, con l’accusa di favoreggiamento all’immigrazione clandestina: la stessa pesante imputazione che viene contestata ai trafficanti di esseri umani. Una cosa incredibile e sulla quale abbiamo presentato un’interrogazione.

Lo afferma il deputato di Sinistra Italiana-Possibile Andrea Maestri che insieme ai deputati Civati, Fratoianni, Fassina, Marcon e Pastorino ha presentato un’interrogazione ai ministri della giustizia, dell’interno e degli affari esteri e della cooperazione internazionale sul caso del volontario francese accusato di favoreggiamento all’immigrazione clandestina.

“La pesante e sproporzionata condanna richiesta, se confermata, appare come un tentativo per soffocare sul nascere ogni gesto solidale della società civile che sopperisce a un’Europa incapace di rispondere in modo strutturale e umanitario ad esseri umani in fuga da guerre o carestie. Una condanna – prosegue Maestri – che segue i recenti provvedimenti sbagliati sul contrasto all’immigrazione illegale e in materia di sicurezza delle città che hanno aumentato il potere dei sindaci anziché intervenire sull’inclusione e sulla solidarietà”. “Se Croft venisse condannato, il nostro Paese avrà un triste primato: il primo condannato per un atto umanitario” – conclude Maestri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.