Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sempre più stretti i rapporti fra la locale Spi-Cgil e l’Union des syndicats de Monaco per tutelare i frontalieri foto

Ieri Torelli (Spi-Cgil Liguria), Mastrangelo e Casile (Spi-Cgil Imperia) hanno incontrato i dirigenti del sindacato monegasco

Monaco. Sempre più stretti i rapporti di amicizia fra la locale Spi-Cgil e l’Union des syndicats de Monaco. Ieri Enrico Torelli, segretario Spi-Cgil Liguria, Giuseppe Mastrangelo, segretario Spi-Cgil Imperia, e Domenico Casile, politiche del lavoro frontaliero Spi-Cgil Imperia, hanno incontrato nel Principato i dirigenti del sindacato monegasco. Un’iniziativa che si inserisce nel viaggio di scoperta delle realtà in cui quotidianamente i lavoratori che attraversano il confine si trovano a vivere, intrapreso dal nuovo referente nazionale della Cgil per i frontalieri Alessandro Tarpini.

“L’incontro è stato occasione per discutere sulle azioni da compiere per migliorare le risposte da dare alle esigenze dei lavoratori del ponente ligure che ogni giorno varcano la frontiera per lavorare a Monaco – spiega Torelli –. Abbiamo ragionato sulle nuove prospettive occupazionali essendo il mercato molto cambiato, a cominciare dalla delocalizzazione delle fabbriche e dunque dalla richiesta di manodopera più qualificata. I settori in cui oggi si concentra l’offerta sono soprattutto quelli relativi ai servizi, che richiedono maggiori competenze e come requisito fondamentale la conoscenza della lingua francese. Una qualifica quest’ultima necessaria, la quale però è stata imposta con l’approvazione lo scorso 7 aprile della clause Molière contro cui, limitando il lavoro, il nostro sindacato si sta battendo portandola all’attenzione della Provincia e della Regione. Perché diversamente che in passato, da qualche anno a questa parte il Principato ma anche altre zone della Costa Azzurra sono diventate valvola di sfogo naturale per chi cerca lavoro e risiede non solo a Ventimiglia o nel circondario intemelio ma in tutto l’imperiese”.

(Foto pagina Facebook Spi-Cgil Imperia)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.