Quantcast

La Giunta Toti in Vaticano per la sfilata di Papa Francesco con i palmureli di Sanremo foto

Insieme a milioni di fedeli, figurano il governatore Giovanni Toti e gli assessori Ilaria Cavo, Marco Scajola e Giacomo Raul Giampedrone

Roma. In occasione della Domenica delle Palme, questa mattina sul sagrato di piazza San Pietro è presente una delegazione della Regione Liguria. Insieme a milioni di fedeli, in attesa della solenne benedizione dei rami di palma e di ulivo da parte di Papa Francesco, figurano il governatore Giovanni Toti (accompagnato dalla moglie) e gli assessori Ilaria Cavo, Marco Scajola e Giacomo Raul Giampedrone.

La Giunta Toti si è recata a Roma dietro la partecipazione finanziare al protocollo d’intesa sottoscritto tra il vescovo della Diocesi Ventimiglia-Sanremo, monsignor Antonio Suetta, e il presidente nazionale Città dell’Olio, Enrico Lupi, per la fornitura in Vaticano dei palmureli da consacrare durante il rituale cristiano preludio alla Santa Pasqua. Una firma storica alla quale ha preso economicamente parte anche il Comune di Sanremo in nome della lunga tradizione matuziana legata alla leggendaria vicenda di capitan Bresca e del suo famoso privilegio.

Nel corso della mattinata, Papa Francesco, il Papa emerito, i vescovi e i cardinali sfileranno reggendo fra le mani i pregiati manufatti di Sanremo nati dall’intreccio di foglie di palma. Per il Pontefice, quest’anno, è stato confezionato un parmurelo alto quasi tre metri, realizzato con tre foglie unite nel simbolo della Santissima Trinità. Un capolavoro d’artigianato locale che durante la processione sarà sostituito da uno più piccolo, leggero e alto due metri e mezzo, lo stesso che porterà Joseph Ratzinger. Palmureli alti 1,5 metri spetteranno invece ai vescovi e ai cardinali, e altri, circa 1500 e molto più piccoli, ai fedeli presenti sul sagrato. Tutti, comunque, confezionati a Sanremo secondo tecniche di intreccio tramandate di generazione in generazione, le quali, recentemente, hanno anche acquisito il marchio Deco.

Durante la processione che commemora l’ingresso trionfale di Gesù a Gerusalemme e apre la Settimana Santa, i palmureli di Sanremo insieme ai ramoscelli di ulivo arrivati dalla Sardegna saranno benedetti. Al termine della rievocazione, Papa Francesco celebrerà la messa con la lunga lettura della Passione, dopodiché i fedeli potranno rientrare nelle loro case portando con sé i laboriosi manufatti nati dalle mani esperte degli intrecciatori e delle intrecciatrici locali consacrati.

Tutti i parmureli inviati in Vaticano sono stati realizzati dall’azienda di Grazia Errico a Poggio.