Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il bordigotto Oliviero Troia partecipa al suo primo ‘Giro delle Fiandre’ in Belgio foto

Nei giorni scorsi aveva affrontato altre corse in diverse località belghe: E3 Harelbeke e le tappe de La Driedaagse De Panne

Più informazioni su

Anversa. Oggi il bordigotto Oliviero Troia ha partecipato al Giro delle Fiandre in Belgio.

Nei giorni scorsi però aveva affrontato altre corse in diverse località belghe. Ha raggiunto il Record Bank alla E3 Harelbeke, corsa in linea maschile di ciclismo su strada. È una delle cosiddette classiche del pavé che ha segnato l’inizio della settimana ciclistica fiamminga. Con una distanza di 200-215 km, il percorso dell’E3 è più breve del Giro delle Fiandre, ma affronta molte delle stesse stradine e muri delle Ardenne fiamminghe, tanto da essere denominata giornalisticamente il Piccolo Giro delle Fiandre.

17545569_10213065941311978_1552178518453281578_o

E’ giunto 138° in +9′ 31′‘ a La Driedaagse De Panne – Zottegem in Belgio, il 28 marzo, alla prima tappa di 205,5 km della Tre Giorni di La Panne 2017.

17635413_10213087667295114_7583966111866019364_o

Ha affrontato poi il 29 marzo i 192,9 km de La Driedaagse De Panne – Koksijde, la seconda tappa dei tre giorni di La Panne, corsa a tappe maschile di ciclismo su strada nel nord-ovest della regione delle Fiandre, arrivando 85° in +2′ 39”. Fa parte delle cosiddette classiche del pavé ed è inserita nel calendario dell’UCI Europe Tour, classe 2.HC.

17626269_10211816776005131_6738897887057334160_n

Il 30 marzo ha percorso i 118,5 km de La Driedaagse De Panne -De Panne, la terza tappa, arrivando al traguardo 145° in +5′ 51”.

17776573_10209184538629933_1704432975_o

Nella giornata odierna invece il neoprofessionista del Team UAE ABU DHABI ha disputato gran parte della Grande Classica del Nord in fuga. E’ partito da Anversa e sta percorrendo oltre 260 chilometri tra le strette e insidiose strade del Belgio arrivando all’Oudenaarde. Il finale è segnato da 60 chilometri di scalate sui pavé di Oude Kwaremont, del Paterberg, del Koppenberg e del Taaienberg prima dell’accoppiata decisiva ancora su Kwaremont e Paterberg a 16 e 12 chilometro dall’arrivo.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.