Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Agguato di Taggia, Placido incontra i legali in attesa dell’interrogatorio dal gip fotogallery

Lui, incensurato, per la prima volta è finito in carcere a Imperia con l'accusa di tentato omicidio

Imperia. Lui, Antony Placido, è in carcere. Ed è la prima volta che il ventisettenne entra in un penitenziario. E’ infatti persona incensurata. Mai prima di sabato notte, dopo la sparatoria e il ferimento di Alessio Barillari, aveva avuto guai con la giustizia. Ora è detenuto in quello di Imperia con la pesante accusa di tentato omicidio, porto abusivo d’arma da fuoco e detenzione illegale di munizioni. Questa mattina il giovane, dipendente di un’azienda agricola della Riviera, ha ricevuto la visita dei suoi legali, gli avvocati Giulio Bettazzi e Enrico Amalberti. Insieme hanno studiato la migliore strategia difensiva in vista dell’interrogatorio di convalida dell’arresto che è previsto all’inizio della prossima settimana.

All’interrogatorio davanti al gip Paolo Luppi che ha firmato l’ordinanza cautelare e al pm Barbara Bresci che l’ha richiesta Antony Placido parlerà? Non è dato sapere. I legali preferiscono non svelare le loro strategie. Restano sicuramente dei passaggi di tutta la vicenda che potranno essere chiariti proprio in occasione dell’interrogatorio o successivamente.

Che cosa è realmente accaduto nell’alloggio di via Campo Marzio? E’ ancora tutto da decifrare. Come è da decifrare l’uso di quel fucile ora sotto sequestro. Dovrà essere sottoposto a perizia per capire se davvero sia quella l’arma con la quale è stato ferito Barillari ora in osservazione al Santa Corona.

Il movente di questa storia potrebbe essere una vendetta dopo uno screzio per questioni di donne tra i due che si conoscevano bene e che si erano frequentati all’inizio dello scorso fine settimana. Di fatto, è bene precisarlo, è stato lo stesso Placido a presentarsi domenica mattina in caserma accompagnato dal padre e dall’avvocato. Ha raccontato una versione di come sono andati i fatti. Ma alcuni passaggi, appunto, dovranno essere chiariti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.