A Imperia si rinnova la tradizione dei Canti del Giovedì Santo a Porto Maurizio foto

I canti interpretano in forma popolare testi latini sacri della Passione del Signore

Più informazioni su

Imperia. Si rinnova anche quest’anno, nella serata di giovedì 13 aprile, la plurisecolare tradizione dei Canti del Giovedì Santo a Porto Maurizio. In tutta la Provincia di Imperia, solo Ceriana e Porto Maurizio, possono vantare una realtà di canti popolari religiosi così radicata nel tessuto religioso, resa singolare dalla varietà e antichità delle melodie.

Si tratta del primo dei due giorni in cui rivivono le tradizioni della Settimana Santa di Porto Maurizio: il Giovedì Santo con i Canti della Passione e il Venerdì Santo con la Calata dalla Croce. Momenti che da sempre attraggono numerosi fedeli e turisti, attratti non solo dall’aspetto folklorico ma anche da quello altamente spirituale.

A Porto Maurizio, la tradizione, nata con le Confraternite stesse (XIII secolo), ha preso nel tempo la forma attuale, continuando ad evolversi. Le protagoniste sono tre delle quattro confraternite portorine: quella di San Pietro Apostolo (fondata nel 1599 dalla unione delle confraternite maschili tre-quattrocentesche di San Giovanni Battista, di Santa Caterina e della Vergine Annunziata), quella femminile di Santa Caterina (che data al 1330 ca.) e quella della Santissima Trinità (fondata nel 1706).

I canti interpretano in forma popolare testi latini sacri della Passione del Signore (Salmi e inni come il Miserere e lo Stabat Mater) che riescono bene a dare idea del sentimento popolare religioso, senza risultare fuori dal tempo. Si potrebbe dire che tocchino le corde dell’anima: la dolcezza dello Stabat Mater “de Pie” sembra quasi far rivivere il sentimento di Maria, addolorata per la morte del Figlio, mentre il Miserere fa rivivere il sentimento di dolore del mondo stesso.

Il canto è ovviamente “a secco”, senza alcun accompagnamento musicale, secondo l’antica tradizione della chiesa che vietava l’uso dell’organo e di altri strumenti durante il Triduo Pasquale, eseguito dai Confratelli schierati in cerchio, secondo uno schema proprio della musica popolare ligure.

Il programma prevede l’esecuzione da parte delle tre confraternite del loro repertorio completo in tutte le chiese di Porto Maurizio, in concomitanza della visita ai “Sepolcri”. Sarà quindi l’occasione per poter non solo ascoltare questa antica tradizione musicale ma per potere ammirare la genialità e l’inventiva dei fedeli delle varie chiese che con fiori, segatura colorata e altri maniera naturali allestiscono in versioni sempre nuove il proprio “Sepolcro”.

Le Confraternite, dunque, indossando gli antichi abiti e portando in processione gli artistici crocifissi “dei Misteri” (privi quindi dell’immagine di Cristo ma recanti simboli della Passione) si sposteranno processionalmente da una chiesa all’altra, in un clima di preghiera.

Nell’Oratorio di San Pietro, in aggiunta, si terrà un’altra antica cerimonia: la Lavanda dei Piedi ai Confratelli (ore 20,25). Durante di essa il priore, senza le sue insegne di comando, aiutato da due confratelli, si cinge di un grembiule, e con una brocca ed un catino, ad uno ad uno, lava il piede destro a 12 confratelli, mentre nel frattempo la “schola Cantorum” intona, le antifone ed i salmi prescritti. La cerimonia dura pochi minuti, ma è particolarmente suggestiva.

Si tratta quindi di una occasione favorevole per immergersi nelle tradizioni popolari liguri, senza che per questo venga meno il clima spirituale proprio del momento.

Ecco di seguito il programma:

– Chiesa di San Benedetto Revelli (Carmelitane – Borgo Prino): ore 19,00 Confraternita di San Pietro – ore 19,30 Confraternita della SS.ma Trinità
– Chiesa di San Giuseppe (Giuseppini – Fondura): ore 19,00 Confraternita di Santa Caterina – ore 19,30 Confraternita di San Pietro
– Oratorio di San Pietro (Parasio): ore 20,00 Confraternita della SS.ma Trinità – ore 20,15 Confraternita di Santa Caterina – ore 20,25 Lavanda dei Piedi ai Confratelli di San Pietro – ore 20,30 Confraternita di San Pietro
– Chiesa di Santa Chiara (Clarisse – Parasio): ore 20,20 Confraternita della SS.ma Trinità – ore 20,40 Confraternita di Santa Caterina – ore 20,50 Confraternita di San Pietro
– Chiesa di San Leonardo (Parasio): ore 20,30 Confraternita della SS.ma Trinità – ore 20,45 Confraternita di Santa Caterina – ore 20,55 Confraternita di San Pietro
– Chiesa Ave Maris Stella (Marina): ore 21,00 Confraternita della SS.ma Trinità – ore 21,15 Confraternita di Santa Caterina – ore 21,30 Confraternita di San Pietro
– Chiesa Padri Cappuccini (Piazza Roma): ore 21,30 Confraternita della SS.ma Trinità – ore 21,50 Confraternita di Santa Caterina – ore 22,00 Confraternita di San Pietro
– Basilica di San Maurizio (Piazza Duomo): ore 22,15 Confraternita della SS.ma Trinità – ore 22,30 Confraternita di Santa Caterina – ore 22,45 Confraternita di San Pietro

Più informazioni su