Vicina francia

Lotta alla vespa velutina, dalla Costa Azzurra si alza in volo il drone

Al velivolo radiocomandato è stato apposto un lungo ago nella zona ventrale dal quale viene spruzzato veleno nei nidi

Dalla vicina Costa Azzurra arriva un nuovo metodo di lotta alla vespa velutina. L’imenottero di origine asiatica, pericoloso se non letale per le api di cui si nutre, d’ora in poi in Frnacia dovrà fare i conti con i droni. Si perché a La Gaude, un Comune nell’entroterra nizzardo, c’è Christophe Dewaele: un giovane imprenditore che ha modificato un drone  (modello eptacottero) con il fine di neutralizzare i nidi di vespa anche quando questi si trovano in posti difficilmente accessibili, come le cime degli alberi.

Al velivolo radiocomandato è stato apposto un lungo ago nella zona ventrale, associato a una fotocamera. Ago tramite il quale viene spruzzata una sostanza velenosa per le vespe direttamente dentro il nido, in modo tale da ucciderne le larve. Il nido rimane contaminato per sei mesi.

commenta