Imperia, tentò di molestare cinque ragazzine: dipendente comunale condannato a 5 anni e 4 mesi

Si tratta del 61enne Osvaldo Danio

Imperia. E’ stato condannato in primo grado a cinque anni e quattro mesi di reclusione, stessa pena chiesta dal pm Lorenzo Fornace. L’imputato è il dipendente del Comune Osvaldo Danio, 61 anni. L’accusa è di tentata molestia sessuale, nei confronti di cinque minorenni.

L’impiegato dell’ente pubblico, all’epoca dei fatti (era il maggio 2013 ndr) aveva l’incarico di tecnico del teatro Cavour di via Cascione a Porto Maurizio di Imperia. Per lui un’accusa grave e pesante: violenza sessuale su minori. Secondo il pubblico ministero avrebbe molestato sessualmente cinque ragazzine, tutte studentesse tra i 12 e 15 anni che svolgevano il saggio nel teatro imperiese.

L’avvocato di Danio è Renato Giannelli, che quasi sicuramente farà ricorso in Appello. Il collegio giudicante era presieduto da Donatella Aschero con le colleghe a latere Laura Russo e Caterina Lungaro.

Le parti civili erano già state risarcite per una somma di poco inferiore ai 40 mila euro. Oltre alla condanna, a carico di Danio, ci sono anche le pene accessorie: interdizione temporanea dai pubblici uffici e perpetua per qualsiasi esercizio di tutela. Non potrà frequentare luoghi frequentati da minori ne svolgere lavori che ne prevedano il contatto.

Sulla vicenda il sindaco Carlo Capacci è categorico: “La sua posizione ora passerà al vaglio del dirigente secondo le normative”.