Buona notizia

Il Governo accoglie la richiesta di Bordighera: il Comune potrà utilizzare oltre 4 milioni di euro in opere pubbliche

Progetti già pronti e Bilancio approvato nei termini previsti: tra le opere, il rifacimento del muro di Villa Regina Margherita

Giacomo Pallanca

Bordighera. Il Governo accoglie la richiesta di Palazzo Garnier: il Comune potrà utilizzare 4milioni e 400mila euro del proprio “tesoretto” per attuare i lavori previsti nel piano triennale delle opere pubbliche. Tra questi anche la sistemazione del muro crollato di Villa Regina Margherita, ex sede del museo – fondazione Terruzzi.
 La buona notizia è arrivata a Palazzo solo ieri: la richiesta mossa dalla “città delle palme” al Governo è stata accolta in toto.

“Abbiamo già i progetti pronti”, commenta il sindaco Giacomo Pallanca, “Ora resta da capire se i soldi dovranno essere spesi entro l’anno e se basterà bandire la gara: lo scenario in questo caso cambia radicalmente. Per questo stiamo attuando tutte le verifiche del caso prima di poter gridare vittoria”.
Con il bilancio approvato entro il 31 gennaio come richiesto e i progetti già pronti nei cassetti, il Comune è riuscito a strappare il “sì” dal Governo centrale per poter attingere dalle proprie casse e spendere così i soldi dei contribuenti bordigotti per portare a termine opere pubbliche sul territorio.
Tra gli interventi in programma, oltre alla sistemazione del muro il cui crollo ha determinato la chiusura del polo museale di Villa Regina Margherita, anche asfalti, sistemazione delle criticità dovute a frane e smottamenti e messa a norma dei marciapiedi.

commenta