Quantcast
Colpo di scena

Bordighera, sotto la rotonda di Sant’Ampelio si estende una necropoli? Spuntano le prime ossa

Non è escluso che, alla luce del ritrovamento e degli ulteriori scavi, la Sovrintendenza possa richiedere a Palazzo Garnier una variante in corso d'opera del progetto

Bordighera. Spuntano ossa, con ogni probabilità umane, nel cantiere della rotonda di Sant’Ampelio. Si tratta del primo ritrovamento di frammenti ossei dall’inizio dei lavori di demolizione e ricostruzione del belvedere che si affaccia sugli scogli antistanti la chiesetta del santo patrono della “città delle palme”.

Le ossa, tre frammenti, sono state trovate giovedì scorso quando è stata demolita un’aiuola situata davanti alla facciata della chiesetta. Non è escluso che nell’area del ritrovamento ci possa essere una necropoli che, dal sagrato della chiesetta, si estenda per diversi metri quadrati.

Nella restante parte del cantiere, dove l’assistenza archeologica è stata avviata fin dall’inizio dei lavori, la Sovrintendenza non ha trovato alcun rilievo stratigrafico anteriore al Novecento.

Non è escluso che, alla luce del ritrovamento e degli ulteriori scavi, la Sovrintendenza possa richiedere a Palazzo Garnier una variante in corso d’opera del progetto.

leggi anche
cantiere rotonda sant'ampelio
La scoperta
Bordighera, tracce di una tomba medievale nel cantiere della Rotonda di Sant’Ampelio
Sopralluogo rotonda di Sant'ampelio
Il sopralluogo
Rotonda di Sant’Ampelio, importante scoperta archeologica: reperti anteriori al 1400
commenta