Amedeo Grisi, in concerto benefico: ‘Ancora Uno’ perché in questa partita con la vita sono ancora in piedi foto

Salirà un’altra volta sul palco “Per me una difficile vera sfida!”

Sanremo. “Perché il mio prossimo concerto si intitola ‘Ancora Uno? Perché in questa partita con la vita sono ancora in piedi”. Da chi lo conosce bene definito guerriero, Amedeo Grisi si sta preparando per tornare sul palco – questa volta del teatro del Casinò di Sanremo il 14 aprile – e condividere col pubblico la sua musica, quella che da sempre gli scorre nelle vene come linfa vitale.  Sarà un evento benefico e a costo zero, poiché sia la casa da gioco matuziana che tutti gli artisti che affiancheranno Grisi sul palco si presteranno gratuitamente affinché tutti gli introiti raccolti vengano devoluti a importanti centri di ricerca per le malattie rare. Questo, infatti, è lo scopo che sta perseguendo il cantautore sanremese. Al proposito all’ingresso sarà disposta un’urna per chi vorrà fare ulteriori donazioni.

Grandi nomi del panorama musicale italiano hanno già detto si confermando la loro presenza sulla scena di quello che sarà  uno spettacolo di divertimento ma anche di riflessione sull’essenza della vita. “Troppo spesso lasciamo che nostri sogni e i nostri desideri siano bloccati dai giudizi della gente, succubi di quelli che riteniamo problemi ma che problemi non sono, perché i problemi veri sono altri. Io invece oggi riesco a vedere con gli occhi e la spontaneità di un bambino. Ogni minuto, ogni momento lo vivo nella sua pienezza assaporandone l’interezza del gusto. Mi sento veramente libero ‘dentro’, libero di sentirmi libero. Io oggi sono io, fino all’animo”.

Un titolo, Ancora Uno, che da se dice già tutto, così come d’altronde fu ad ottobre scorso con il concerto Fino alla fine inteso proprio come un percorso nuovo, forte di una luce tanto potente da rischiarare il buio più nero. In Amedeo il progetto musicale Ancora Uno nasce sotto l’imput di una ricercatrice conosciuta in uno dei tanti ospedali frequentati oltreché da una frase di un componente della sua band “tu devi salire sul palco e metterci la voce, le tue gambe saremo noi”.

Così dunque sarà, affiancato dalla sua band composta da: Fabrizio Barbera e Dario Laino alle chitarre, Ramon Rossi alla batteria, Sara Conforti ai cori, Fabio Meggetto alle tastiere, Gabriele Zeppegno al sax e Gabriele Palombo al basso. Insieme al gruppo, Amedeo proporrà le sue canzoni ma anche alcuni brani del suo ultimo lavoro “Invisibile” oltre le cover – da Ron ai Police passando per gli U2 e Grignani – che più lo rappresentano e che lo hanno sempre accompagnato nel suo percorso artistico.

Salire sul palco per Amedeo è una vera sfida,  ogni volta sempre più faticosa. Ma la musica e l’amore del suo pubblico saranno le armi migliori per lui nato guerriero.