Quantcast

35 anni fa nasceva il Comitato San Giovanni e Tradizioni Onegliesi, Podestà: “Abbiamo lavorato con passione e dedizione”

L'Auditorium Sala Congressi della Camera di Commercio “Riviere di Liguria” ospiterà domenica 2 aprile, alle ore 16,45, un incontro con tutti i soci e collaboratori che negli anni hanno operato nella struttura organizzativa

Imperia. Trentacinque anni fa, esattamente il 29 marzo 1982, presso lo studio del notaio Nicolò Temesio nasceva ufficialmente il Comitato san Giovanni e Tradizioni Onegliesi, con la sottoscrizione dell’atto costitutivo e dello statuto da parte di tredici soci.

L’Auditorium Sala Congressi della Camera di Commercio “Riviere di Liguria”, nel centro storico di Oneglia ( entrata da via Belgrano 10 ) ospiterà domenica 2 aprile, alle ore 16,45, un incontro con tutti i soci e collaboratori che negli anni hanno operato della nostra struttura organizzativa.

All’evento celebrativo del 35° di fondazione hanno già dato l’adesione le massime Autorità amministrative, Istituzionali e religiose del territorio, onorando così con la loro presenza, questo particolare momento della lunga storia del Comitato.

Verranno ricordati e ripercorsi alcuni dei momenti più significativi dell’attività che ha caratterizzato la vita del Comitato dal 1981 ad oggi e verranno consegnati particolari attestati nominativi a soci e collaboratori che, volontariamente e per tanto tempo, hanno offerto la loro capacità e tempo libero all’associazione.

Durante il pomeriggio il “ racconto “ del Comitato sarà accompagnato dalla proiezione di immagini e foto tratti dall’archivio storico dell’associazione che in questi ultimi anni è stato risistemato, per trasmettere alle nuove generazioni un patrimonio culturale e di valori legati all’associazionismo e solidarietà, importanti per tutta la città.

Dice Marco Podestà, presidente del Comitato san Giovanni e Tradizioni Onegliesi: “abbiamo lavorato con passione e dedizione per celebrare degnamente il raggiungimento di questo traguardo a malincuore non tutto potrà essere raccontato e rivisto perché ci sarebbe voluta una intera giornata a nostra disposizione. Mi auguro che tutto vada per il meglio, anche se siamo ben consapevoli che la “ diretta “ potrà creare qualche piccolo contrattempo, che speriamo possa essere ben accettato da tutti”.

Dice Sergio Lanteri, presidente onorario e presidente dell’Accademia dello Stoccafisso, emanazione dello stesso Comitato: “abbiamo esteso l’invito anche a tanti Amici che nel tempo e in ruoli diversi, spesso sconosciuti, hanno contribuito a far crescere il nostro Comitato ed ai quali va la nostra riconoscenza. Saranno ospiti dell’incontro anche rappresentanti di diverse Accademie e Confraternite provenienti dal Veneto, Toscana e Marche, con le quali, da anni, intratteniamo rapporti di reciproca soddisfazione e stima. Sarà anche un’occasione per fare conoscere loro il nostro territorio e le nostre eccellenze in materia di enogastronomia, vogliamo ringraziare, già fin d’ora la presidenza e direzione della Camera di Commercio per la disponibilità offerta per celebrare questo importante evento presso la propria prestigiosa sede istituzionale”.