Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Uomo folgorato dai cavi dell’alta tensione sul tetto del treno: tragedia al confine italo-svizzero

Lo scorso 17 febbraio sulla linea ferroviaria Ventimiglia-Cannes morì folgorato un migrante

Più informazioni su

Como. E’ morto lunedì sera alla stazione ferroviaria di Balerna nel Canton Ticino in Svizzera, un uomo che si trovava sul tetto di un treno regionale, “Tilo”, proveniente da Como San Giovanni, l’ultima stazione ferroviaria in territorio italiano prima del confine. A riportare la notizia è il quotidiano on line ticinese Ticinonline come riferiscono le autorità elvetiche l’uomo, probabilmente un migrante, è stato “folgorato dalla scarica sprigionatasi dalla linea di contatto delle ferrovie”.

Questo drammatico e tragico episodio ci riporta alla memoria la morte di un migrante lo scorso 17 febbraio sulla linea ferroviaria Ventimiglia-Cannes, anch’egli ucciso dai cavi dell’alta tensione che alimentano il treno, il cui corpo ormai semi carbonizzato è stato rinvenuto alla stazione di Cannes La Bocca.

(foto www.tio.ch)

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.