Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

#sanremo2017, l’irriverenza di Maurizio Crozza: “Carlo sei ancora in tempo a ripensarci”

La prima "copertina" del comico e conduttore per la 67esima edizione del Festival

Sanremo. Protagonista della prima “copertina” della 67esima edizione del Festival di Sanremo è Maurizio Crozza. Il comico e conduttore satirico ha esordito con tutta la sua carica irriverente appellandosi ai due conduttori Carlo Conti e Maria De Filippi: “Carlo e Maria, Rai e Mediaset insieme. Carlo sei ancora in tempo a ripensarci, perché una volta che un toscano ha fatto un inciuccio simile ha preso una tranvata”. Così, indossando i panni di un eccentrico Matteo Renzi: “Carlo posso darti un consiglio? Non personalizzare mai e se qualcosa non riesce non te ne ritenere il responsabile”.

E poi, accennando a un “Gentiloni come l’Amadeus della politica italiana”, è ritornato sui due mattatori della kermesse canora elevandoli a due novelli Renzo e Lucia: “siete una coppia leggendaria” tanto che Alessandro Manzoni vi chiamerebbe “I promessi sponsor: perché grazie a voi due la raccolta pubblicitaria della Rai quest’anno è valsa quasi che fosse una manovra finanziaria”. La gag comica si è allora spostata sui compensi, sulla beneficenza e sulla partecipazione gratuita. Immancabile quindi l’accenno a Matteo Salvini che “con tutto quello che ha guadagnato a Bruxelles ricostruirebbe l’intero Abruzzo con i marmi di Carrara. Altro che criticarti!”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.