Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo, nuovo servizio di raccolta “porta a porta”: Amaie fa il punto della situazione

Amaie Energia e Servizi sta ultimando le attività necessarie a modificare in via definitiva il servizio di raccolta dei rifiuti in tutta la città

Sanremo. Amaie Energia e Servizi sta ultimando le attività necessarie a modificare in via definitiva il servizio di raccolta dei rifiuti in tutta la città di Sanremo con il passaggio generalizzato alla raccolta “porta a porta” nelle sue varie articolazioni.

Sono terminate le consegne dei kit individuali per la raccolta differenziata, con di quelle agli utenti di zona 7 (Borgo), e si sono concluse le consegne dei contenitori condominiali su area privata, con quelli di zona  6 (Baragallo). In questi ultimi giorni, inoltre, sono previsti i posizionamenti dei contenitori condominiali sulle aree pubbliche e private in zona 7 (Borgo).

I cambiamenti definitivi di servizio in zona 3 e zona 6 stanno entrando a regime con la rimozione dei cassonetti stradali in quelle zone: d’ora in avanti, tutti gli utenti dovranno utilizzare le dotazioni loro consegnate sia in termini di sacchetti individuali che in termini di contenitori condominiali.  La rimozione dei cassonetti stradali è, come si è visto nel mese di dicembre, lo strumento più efficace per innalzare le percentuali di raccolta differenziata e far emergere eventuali difficoltà da correggere.

Nei prossimi giorni verranno messi in campo alcuni correttivi in zona 2 in modo da concludere la sperimentazione in corso ed avviarsi verso il servizio definitivo, che sarà fortemente calato sulle esigenze urbanistiche della zona nonché sulle tipologie di utenze presenti.

A quest’ultimo proposito, Amaie Energia e Servizi sarà presto in grado (sempre entro il mese di febbraio), in particolare – ma non solo – a supporto del Centro Storico, di mettere a disposizione dei cittadini in zona 2 alcuni locali presso i quali organizzare delle raccolte dedicate in supporto o sostituzioni di parti di servizio così come attualmente organizzato ; altri punti simili seguiranno nelle frazioni di Coldirodi e Poggio.

Per quanto riguarda le quantità dei rifiuti raccolti, si può affermare che i risultati stanno arrivando anche in termini percentuali di raccolta differenziata, dato che nel dicembre 2016 la raccolta differenziata di materiali suscettibili di riciclo è giunta al 44% del totale, e ciò grazie al fatto che l’indifferenziato, ovvero il materiale che non ha possibilità di riciclo e quindi deve essere stoccato in discarica, è sceso dal 67% del totale dei rifiuti del dicembre 2015 al 56% del dicembre 2016,

Questo risultato è dovuto da un lato all’incremento della frazione organica, che nel dicembre 2016 ha visto, rispetto allo stesso mese di dicembre 2015, un incremento del 200% circa e la riduzione complessiva della quantità di rifiuti: 1000 tonnellate nell’intero 2016, da ascrivere per la gran parte all’ultimo trimestre dell’anno nel quale si è registrata una riduzione di 527 tonnellate rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente con un decremento pari al 6,4% , ovvero il periodo nel quale le famiglie sono state più coinvolte dal progetto “porta a porta”. Peraltro il dato del 44% di materiale riciclabile è ancora negativamente condizionato dal fatto che fino ad ora, seppur in presenza dell’introduzione della raccolta “porta a porta” nella quasi totalità della città (tranne zona 7) , il sistema di raccolta stradale è stato eliminato in poco meno della metà della città stessa.

Con l’introduzione di questi ultimi passaggi organizzativi, che si concluderanno nel mese di febbraio 2017, andrà a regime l’organizzazione “logistica“ del progetto “porta a porta“. Sulla base dei risultati ottenuti a quel momento, si procederà all’affinamento del sistema in termini qualitativi.

Per quanto riguarda le varie frazioni di materiali , queste hanno un buon trend di crescita e soprattutto, attraverso la formazione dei cittadini, sia gli adulti che i bambini nelle scuole, si sta sempre più raccogliendo materiale che deve essere considerato “di qualità”. Certamente bisogna differenziare tanto, ma è importante cercare di farlo al meglio: seguire le indicazioni di corretto smaltimento consentirà, in questo periodo di cambiamento, di ottenere risultati ancora migliori. Ed è per questo che si chiede aiuto anche ai bambini. Tanto è vero che nelle ultime settimane sono iniziate le “lezioni di raccolta differenziata” nelle scuole: alcune scuole primarie e secondarie di primo grado hanno già aderito con entusiasmo ai progetti portati in classe da Amaie Energia e Servizi ed altri lo faranno a breve. Le lezioni, i laboratori, il coinvolgimento personale consentono alle nuove generazioni di imparare nuovi concetti giocando ed aiutare gli adulti nel cambiare le proprie abitudini.

 

Per maggiori informazioni

numero verde: 800 310 042

email: portaaporta@amaie-energia.it

sito: www.amaie-energia.it/igieneurbana

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.