Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Rifiuti, a Imperia è ai nastri di partenza il servizio “porta a porta”

L'idea del Comune, come più volte sostenuto anche dal primo cittadino, è quella di assicurare il servizio in house

Imperia. In città è ai nastri di partenza il nuovo servizio di ritiro dei rifiuti “porta a porta”. “Partirà entro l’inizio dell’estate”. Ad assicurarlo è il sindaco Carlo Capacci più volte attaccato dalla minoranza.

“Se le cose non dovessero andare per il verso giusto – dice – allora il lancio del servizio slitterebbe a settembre”. Ma la novità è accompagnata da un’altra brutta notizia: la bolletta Tari che i cittadini si vedranno recapitare a casa è destinata ad aumentare. Questo servizio comporta investimenti tecnici, di dotazioni, in risorse umane e di informazione ai cittadini. La pressione fiscale per i primi tempi è destinata ad aumentare per poi gradualmente diminuire.

Intanto il Comune stringe i tempi nella ricerca di un nuovo soggetto al quale affidare il servizio di igiene urbana. Tutto questo anche per evitare di dover indire una gara europea con inevitabile allungamento dei tempi. Come noto è stato prorogato fino al 30 aprile l’incarico alla Teknoservice, l’azienda specializzata di Piossasco che già svolge la stessa attività anche ad Albenga.

L’idea del Comune, come più volte sostenuto anche dal primo cittadino, è quella di assicurare il servizio in house anche dopo la parentesi negativa con la Tradeco. Si è a caccia di un  soggetto al di fuori della Liguria e indirettamente di non voler si limitare ad una alternativa tra la sanremese Amaie Energia e la savonese Ata.  Nel frattempo, sempre a proposito di rifiuti, lunedì prossimo in consiglio provinciale si parlerà del futuro biodigestore a Colli. L’assemblea dovrà esprimersi sul “pubblico interesse” della «Proposta in project financing per la realizzazione di un impianto integrato di trattamento, recupero e valorizzazione di rifiuti solidi urbani della Provincia di Imperia. L’impianto, secondo le previsioni, entrerà in funzione entro i prossimi tre anni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.