Quantcast

Omicidio della miliardaria monegasca originaria di Pigna Helen Pastor: scattano 10 rinvii a giudizio

Alla sbarra anche la figlia della vittima e suo marito

Sono dieci i rinvii a giudizio per l’omicidio di Helen Pastor e il suo maggiordomo egiziano. I fatti: il 6 maggio 2014, la miliardaria 77enne, esponente di una nota famiglia monegasca originaria di Pigna e il suo maggiordomo egiziano Mohamed Darwish, erano stati feriti mortalmente da due uomini armati all’uscita dell’ospedale Archet di Nizza.

Tra quelli che verranno processati – probabilmente a cavallo tra fine 2017 e inizio 2018 – spicca Wojciech Janowski, genero della Pastor ed ex console onorario polacco a Monaco, considerato dagli inquirenti transalpini come il principale mandante del duplice omicidio. C’è poi la figlia della vittima: Silvia Ratkowski-Pastor, arrestata nel giugno del 2014 insieme al trainer sportivo della coppia, Pascal Dauriac.

Quest’ultimo verrà processato insieme all’amico fraterno Abdelkader Belkhatir, sospettato di averlo messo in contatto con una sua conoscenza di Marsiglia, Hamadi Al Ha’ir considerato dagli investigatori la “vedetta” al fianco del presunto killer, Samine Said Ahmed. Altre tre persone, tra cui un ex agente speciale, sono sospettati di aver agito come intermediari o fornitori di armi.