Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Mr. Moroni e la polemica con il San Bartolomeo: “Trovo strano sentire Berteina nelle vesti di saggio”

"Ti auguro di aggiungere un'altra tacca alla tua carriera di giocatore e spero capiscano il tuo valore e non relegandoti a semplici comparsate"

Più informazioni su

Sanremo. Prosegue la polemica a distanza tra l’allenatore della Virtus Sanremo Massimiliano Moroni e il San Bartolomeo Calcio, dopo la sconfitta di domenica viziata da presunti errori arbitrali.

“Trovo veramente strano sentire Berteina, – afferma mister Moroni – un cronista e pure tesserato San Bartolomeo intervenire nelle vesti di saggio. A Damiano Berteina (che non capisco perché debba rispondere dato che non gli ho domandato nulla) uno dei tanti ragazzi che in questi ultimi 25 anni (tanto tempo che sono tesserato come allenatore) ho allenato e  mi rivolgo ricordandogli che debba esserci un virus in quel di San Bartolomeo, soprattutto perché da parte di molti, sui social e su giornali on line si parla più del sottoscritto che della loro vittoria.

E ciò fa pensare ad un loro fastidio, a me certi personaggi con interventi da parte di pseudo accompagnatori che penso siano forse ricordati nel calcio solo per richiamare gli arbitri nelle sostituzioni o forse non hanno altra considerazione all’interno dello spogliatoio – uso il loro linguaggio ed i loro termini – squallidi e scorretti mi fanno sorridere e provo tanta tristezza ma è un loro problema non mio, è quasi se le dichiarazioni avessero toccato sul vivo qualcuno.

Vedi Damiano – prosegue Moroni – quanto tu affermi è un tuo parere una tua fantasiosa ricostruzione (proteste dal primo minuto?) e se di tutta una partita parli solo di ciò significa che in campo (come ammesso dal tuo allenatore e dal tuo compagno Iannolo ) non avete affatto meritato. Ma avete vinto su un goal viziato da posizione di fuorigioco e quindi è sacrosanto recriminare affinché ci sia più preparazione da parte degli arbitri.

Nel calcio ci sono due tipologie di allenatori e dirigenti: quelli che mettono una finta maschera che tendono a lasciarsi andare in dichiarazioni filo arbitraggio pensando di ottenere qualcosa.

E poi ci sono quelli che insegnano – conclude l’allenatore della Virtus – a non accettare quella che può essere una ingiustizia o la faziosità di qualche protagonista , quelli che creano, si impegnano insegnano ai ragazzi a dare tutto a credere in quello che fanno dando tutto e non accettare serenamente ma guardarsi allo specchio e sentirsi uomini.

Quindi ti auguro di aggiungere un’altra tacca alla tua carriera di giocatore e spero capiscano il tuo valore e non relegandoti a semplici comparsate.”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.