Quantcast

Lo scrittore Luca Bianchini sul Festival di Sanremo: “Un grande bistrot con un grande menù”

"Fiorella Mannoia è la favorita ma potrebbero esserci sorprese come ad esempio Ermal Meta o Paola Turci"

Più informazioni su

Sanremo. Il noto scrittore, opinionista e conduttore di “Colazione da Tiffany” su Radio Due è stato raggiunto dai microfoni di Riviera24. A Bianchini, qui in città in veste di ospite della trasmissione di Rai Uno “La vita in diretta” abbiamo chiesto alcune considerazioni sul Festival di Sanremo. Mercoledì scorso è stato protagonista del quarto incontro di “Cervo in blu…d’inchiostro”, nel corso del quale ha presentato il suo ultimo libro Nessuno come noi (Edizioni Mondadori). “Storia di amori non corrisposti, incomprensioni, emozioni; e – quel che più conta – la scoperta di se stessi, la paura di non farcela e il coraggio, infine, di affrontare le proprie debolezze.”

A Luca Bianchini abbiamo chiesto un giudizio sul Festival: “Mi sono proprio divertito, anzi è molto divertente questo Festival perché tutti possiamo commentare tutto, ossia dai fiori che non ci sono, dai nomi dei cantanti, dalle vallette che non ci sono, insomma un grande bistrot con un grande menù.”

Sulla conduzione della coppia “CarloMaria”, il conduttore di Radio 2 ha evidenziato: “Il Festival è partito con lei che se lo è mangiato, Maria è molto adeguata pur non snaturando la sua tendenza. Direi che quest’accoppiata è una bella idea.”

E infine sui favoriti, Bianchini stila la sua classifica: “Fiorella Mannoia è la favorita ma potrebbero esserci sorprese come ad esempio Ermal Meta o Paola Turci”.

Più informazioni su