Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’agricoltura con ulivi, ortaggi, e muri a secco come volano di Cervo

Avviare insieme a ristoratori, agricoltori, piccoli proprietari e amministratori un progetto completo di business plan

Più informazioni su

Cervo. L’agricoltura con ulivi,ortaggi,frutti,vigneti, muri a secco sia sempre più al centro dell’agenda del nostro borgo. Credo che ,sia i già presenti operatori in campo della ristorazione ,sia del locandiero,sia dei campeggi, sia chi da privato vorrà investire in questo campo da solo o con agriturismi, dovrà occuparsi ed investire sinergicamente con la sua attività in questo settore per rifornire, oltre ai servizi già erogati, anche i propri piatti d’offerta locale agro/culinaria ai propri clienti.

Coinvolgere e investire ,da parte soprattutto dei ristoratori , l’agricoltura locale, significa ambiente,salute,educazione all’alimentazione ,utilizzo dei prodotti per i loro menù. Un investimento che creerebbe a latere della economia della ristorazione una nuova industria locale di denominazione e originalità qualitativa di prodotti agricoli e quindi anche una ulteriore crescita occupazionale e sviluppo economico, per le loro attività e per Cervo.

In effetti si tratterebbe ,in coerenza con l’articolo 9 della nostra costituzione, anche di salvaguardare le caratteristiche paesaggistiche del nostro borgo. Uliveti,ortaggi,frutti,vigneti, muri a secco non sarebbero solo un meraviglioso paesaggio, ma fonte di produzione economica ed attrazione per il turismo.
Un oro verde a 360 gradi per l’economia e il lavoro del borgo. Si creerebbe ricchezza occupazionale per alcuni giovani e non solo, attraverso alimento e alimenti per molti. Potrebbero essere rifornite anche le mense scolastiche di prodotti qualitativi a chilometro zero. Creare mercatini del fresco in tavola.
Piccole cooperative. Insomma un volano per la crescita. Ecco secondo me questo ‘oro verde’ e’ un possibile gioiello che fa parte del nostro futuro economico per il Borgo. Parliamone e troviamo insieme ai ristoratori, agli agricoltori presenti,ai piccoli proprietari,agli amministratori, tutte le soluzioni attraverso un progetto completo di business plan. Già da oggi per domani esse potrebbero tramutarsi in ‘potenziali gioiellieri di prodotti naturali locali’ attraverso dinamici operatori del recupero della terra e soprattutto dei suoi unici prodotti innescando un volano di occupazione ed economico.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.