Indagini sul cadavere trovato su tetto del treno a Cannes: quasi certo che si tratti di un migrante morto a Ventimiglia foto

La Procura di Imperia potrebbe avviare un'indagine per verificare eventuali responsabilità di terzi

Cannes. E’ ormai quasi certo che il corpo senza vita trovato intorno alle 9,30 sul tetto di un convoglio francese nella stazione di Cannes La Bocca appartenga ad un migrante che ha tentato di raggiungere la Francia viaggiando sopra il treno per eludere i controlli dei gendarmi. L’uomo però, del quale non si conoscono ancora le generalità, ha trovato la morte rimanendo folgorato dalla corrente elettrica che alimenta il treno attraverso il pantografo.

Sulla morte del migrante, l’ennesima, la Procura di Imperia potrebbe avviare un’indagine per verificare eventuali responsabilità di terzi.
Il corpo dell’uomo, carbonizzato, è stato trovato su un convoglio francese partito intorno alle 5,30 dalla stazione ferroviaria di Ventimiglia: è qui che con ogni probabilità, il migrante è salito per lasciare l’Italia e raggiungere la sua meta.

Le indagini, che vedono la collaborazione tra autorità italiane e francesi, sono condotte dalla Polfer: gli agenti hanno visionato i filmati delle telecamere di sorveglianza presenti in stazione per vedere se hanno immortalato l’uomo salire sul tetto del treno, ma al momento non sono ancora trapelate indiscrezioni al riguardo.