Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Imperia, il commento di Fulvio Giribaldi sulle delucidazioni del circolo PD a RFI

"Non ci possiamo invece capacitare della motivazione per la quale il circolo PD di Oneglia chieda a RFI di intervenire sulla mancanza di un vigile urbano al posto del presidio Polfer fisso"

Imperia. Fulvio Giribaldi per il coordinamento cittadino di fratelli d’Italia- Alleanza Nazionale (sezione di Imperia) si esprime riguardo alle delucidazioni chieste dal PD a RFI: “Leggiamo con divertito stupore il CS trasmesso dal circolo PD di Oneglia relativamente alle istanze in cui si chiedono delucidazioni a RFI sulle “mancanze” della nuova stazione di Imperia.

Se per la segnalazione sulla “mancanza lungo i marciapiedi a lato dei binari in stazione di una protezione agli agenti atmosferici (paratie in vetro, plexiglass e quant’altro) capaci di aumentare il confort di attesa dell’utenza (sarebbero forse opportune apposite aree attrezzate anche con posti a sedere come garantito in altre stazioni ferroviarie)” possiamo sperare che RFI raccolga l’invito a procedere, non ci possiamo invece capacitare della motivazione per la quale il circolo PD di Oneglia chieda a RFI di intervenire sulla mancanza di un vigile urbano al posto del presidio Polfer fisso, come se fosse RFI a poter disporre dei Vigili Urbani in servizio e dipendenti del Comune di Imperia (dove il PD è in maggioranza), quasi parafrasando la celebre scena di Totò e Peppino in Piazza Duomo a Milano “NOIO VOLEVAM SAVUAR “.

Solo sabato scorso RFI si è confrontata con l’assessore Abbo del Comune di Imperia, sulle problematiche relative alla nuova stazione e di competenza, per davvero stavolta, di RFI e Italferr: rotonda alla rotatoria all’uscita di Imperia Est, sistemazione marciapiedi e sede stradale, ampliamento dei parcheggi. Il circolo del PD non lo sapeva?

La puntualizzazione poi delle mancate coincidenze tra i treni e gli autobus per la città, gestiti da RT, società della Provincia di Imperia, è a dir poco imbarazzante, visto che è proprio l’ente Comune di Imperia (dove ribadiamo che il PD è in maggioranza ed esprime ben 4 assessori) che dovrebbe attivarsi di concerto con l’azienda RT sulla quantità delle corse. La verità è che il Comune non ha voluto stanziare un budget con cui aumentare il numero delle corse delle corriere, e le uniche corse supplementari vengono pagate dalla Regione Liguria, grazie all’intervento dell’assessore ai trasporti Gianni Berrino, e sono a titolo sperimentale. Ricordiamo che l’amministrazione avrebbe dovuto pianificare gli interventi e vigilare sugli adempimenti di RFI”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.