Quantcast

Il Camporosso prova a superare il momento no, Luci “Soddisfatti del lavoro che stiamo facendo”

“Prima giochiamo contro la Praese poi penseremo alle altre"

Più informazioni su

Camporosso. Brutto momento quello per il Camporosso di Luci. I rossoblù, infatti, con la sconfitta di domenica scorsa subita per danni della Cairese rimangono a venti punti. Con la zona play-out che incalza i ragazzi di Luci non potevano incontrare peggior rivale che la Praese. Nell’intervista pre-partita, tuttavia, il tecnico rossoblù si ritiene soddisfatto di quanto svolto finora nonostante i risultati negativi, sottolineando l’allestimento della squadra a costo zero.

Mister Luci non è un buon momento e l’avversario che arriva è la Praese. Come vivete questa fase di campionato?

“Siamo partiti con una striscia di risultati negativi, siamo sempre stati puniti ad ogni minimo errore. Tuttavia siamo sereni sia io che i miei ragazzi. Anche se il risultato in passato non è stato a nostro favore, ce l’abbiamo sempre messa tutta, per cui sul piano della prestazione non posso che congratularmi con i miei giocatori. Motivo di orgoglio è la disponibilità che hanno dato i giocatori a fare questo campionato. I ragazzi non vengono retribuiti nemmeno per la benzina, ciononostante si allenano entusiasti. Affronteremo la Praese con lo spirito delle altre partite, se dovessimo trarre il massimo da questo match avremo un bilancio positivo in confronto alle partite di andata.”

Campionato riaperto dopo la vittoria del Taggia?

“Si. Personalmente penso che il Taggia sia l’organico più forte. Vanta una rosa molto ampia e molto competitiva, se c’è qualche assenza chi scende in campo rimpiazza alla grande la mancanza. Le altre savonesi hanno giocatori validi ma se c’è qualche defezione la qualità del loro gioco scende.”

Dopo la Praese avrete un campionato in discesa?

“Prima giochiamo contro la Praese poi penseremo alle altre. Sicuro è che contro Varazze, Veloce e le altre saranno importanti scontri diretti. Siamo tranquilli e soddisfatti del lavoro che stiamo facendo. Pensiamo a domenica e a Trimboli che avrà ancora una giornata di squalifica.

Più informazioni su