Verso il futuro

Faccia a faccia tra albergatori e Comune di Diano Marina sul futuro della viabilità

Allo studio idee e progetti dopo lo spostamento a monte della linea ferroviaria del ponente

americo pilati

Diano Marina. Collegamenti garantiti con spiagge e alberghi e più informazioni dettagliate sul futuro della viabilità cittadina. Sono queste le priorità per gli albergatori del Golfo Dianese. E’ la richiesta che viene avanzata all’amministrazione comunale che sta studiando la futura viabilità tra Aurelia ed ex sedime ferroviario.  A due mesi dallo spostamento a monte della linea ferroviaria del ponente ligure tutto è ancora possibile anche  se una progettualità di massima è stata sviscerata nel corso di un recente consiglio comunale dal vicesindaco Za Garibaldi, mentre continua ad avanzare l’ipotesi di indire un referendum.

L’altro pomeriggio il direttivo di Federalberghi presieduto da Americo Pilati ha incontrato proprio il vicesindaco Cristiano Za Garibaldi. Un faccia a faccia utilissimo anche per conoscere  gli sviluppi della viabilità della cittadina. “Per noi – sottolinea Pilati – l’unico punto fermo è lo studio esistente a levante del torrente Evigno, con l’Aurelia spostata sull’ex ferrovia dal curvone vicino al confine con San Bartolomeo che comprende via Saponiera. Tutto il resto deve essere ancora discusso e noi vogliamo capirlo meglio”.

Richieste di informazioni precise arrivano anche per l’attuale Aurelia. “Spazio permettendo, dal curvone sarebbe prevista una corsia per la pista ciclabile e una per le auto dirette a Imperia almeno sino al torrente Evigno. A noi sta bene, ma manca completamente una progettualità a ponente del torrente Evigno e di questo ne dobbiamo parlare”, conclude Pilati.

 

commenta