Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Due ufficiali dell’Arma indagati per presunti favori al marito dell’ex procuratore Geremia

Il caso verrà dibattuto a fine marzo in tribunale a Torino: nei guai il colonnello Zarbano e il maggiore Egidi

Imperia. La Procura della Repubblica di Torino ha chiesto il rinvio a giudizio di due ufficiali: il colonnello Luciano Zarbano, il maggiore David Egidi e il marito dell’ex procuratore Geremia.  L’udienza è stata fissata a Torino per il prossimo 30 marzo.

Ad indagare su questa vicenda come scrivono i giornali che getta un’ombra sull’attività svolta dai carabinieri con le stellette, sono i pubblici ministeri Enrica Gabetta e Marco Gianoglio. L’ipotesi di reato contestata dai magistrati della Mole è quella di abuso d’ufficio.

La storia è quella relativa alla mancata revoca della patente a Gianfranco Cabiddu, il marito del magistrato che aveva guidato la procura a Imperia. I due ufficiali, in sostanza, sono accusati di aver “ritardato” la notifica della sospensione del permesso di guida in modo che l’uomo avesse il tempo di ottenerne la revisione, superando quindi il provvedimento. La violazione al codice della strada per Cabiddu era stata accertata quando si trovata in Sardegna tanto che dal comando dell’Arma di Lunamatrona era partita una segnalazione al comando di Imperia che tuttavia, secondo l’ipotesi accusatoria, sarebbe stata rallentata nelle successive procedure.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.