Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alternanza Scuola Lavoro, riuscita la trasferta a Torino per le classi del corso CAT di Ventimiglia foto

La partecipazione e l’impegno dimostrato dai ragazzi è stato molto buono, per questo motivo i professori hanno già in progetto nuove attività in trasferta

Ventimiglia. Attività in trasferta a Torino di Alternanza Scuola Lavoro per i futuri geometri, oggi studenti del corso C.A.T. (Costruzioni, Ambiente e Territorio, corso Geometri) dell’Istituto Fermi di Ventimiglia: durante la giornata di venerdì scorso sono stati visitati, osservati attentamente e commentati dai professori gli edifici più significativi della città.

In ordine cronologico di visita e di antichità il gruppo è partito seguendo il tracciato dell’antica città romana di Augusta Taurinorum, sul percorso dell’antico Cardo Massimo fino a Porta Palatina, vestigia delle mura che un tempo circondavano l’insediamento romano.

Successivamente la visita è proseguita alla Mole Antonelliana, edificio alto più di 160 metri, con struttura in muratura audacissima per l’epoca, successivamente rinforzata con telai in calcestruzzo armato, oggi sede del Museo del Cinema, con un allestimento museale particolarissimo e ben riuscito, ottimo esempio di riconversione a destinazione museale di un fabbricato inizialmente destinato a sinagoga.

I ragazzi inoltre hanno visionato due opere barocche di Guarino Guarini: nella zona pedonale del centro Palazzo Carignano, con la facciata concava e convessa, realizzata tutta in laterizio a vista, e vicino a Palazzo Reale la chiesa di San Lorenzo, con pianta centrale ricca di curve e movimento ed una cupola ad archi intersecati a formare il disegno di una stella a otto punte.

Per proseguire l’itinerario con le opere Antonelliane il gruppo si è stupito davanti alla singolarità di Casa Scaccabarozzi, detta la “Fetta di Polenta”, edificio costruito con base triangolare, stretto ed alto, quasi un paradosso strutturale.

La partecipazione e l’impegno dimostrato dai ragazzi è stato molto buono, per questo motivo i professori hanno già in progetto nuove attività in trasferta, al fine di coniugare teoria e pratica e di motivare ed incentivare gli alunni il più possibile.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.