Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Accordo storico tra i Comuni di Taggia e di Riva Ligure per la gestione del porto canale del Torrente Argentina foto

"L'obiettivo è quello di realizzare nuove spiagge a costo zero e continuare nell'opera di mitigazione del rischio idraulico"

Riva Ligure. I Comuni di Taggia e Riva Ligure hanno deciso di redigere una nuova convenzione per la gestione del tratto focivo del Torrente Argentina, aggiornando e modificando la precedente già scaduta e risalente agli anni ’70.

Il Comune di Riva Ligure, con l’entrata in vigore del nuovo accordo, dovrà così provvedere ad occuparsi direttamente di tutti gli adempimenti per gli interventi che intenderà realizzare ed il Comune di Taggia si impegnerà per quanto di competenza a rilasciare i titoli autorizzativi di propria spettanza. Gli interventi da realizzare dovranno garantire le condizioni di operatività degli ormeggi e dell’imboccatura nonchè le necessarie condizioni di sicurezza del tratto focivo del torrente Argentina, l’adeguata sistemazione e la manutenzione degli ormeggi.

Il materiale ricavato dall’escavazione, se compatibile dal punto di vista granulometrico e chimico, sarà trasportato sul litorale del Comune di Riva Ligure. Poiché, come previsto dalla convenzione gli oneri inerenti le opere di manutenzione relative al bacino di calma sono da porre a carico dei due Comuni in quote eguali, è stato pattuito che il pagamento della quota spettante al Comune di Taggia sia assolto mediante l’affidamento della gestione dei posti barca ubicati lungo il tratto di banchina posta sul territorio del Comune stesso, i cui corrispettivi verranno introitati dal Comune di Riva Ligure a fronte delle spese sostenute per il pagamento dei costi afferenti gli interventi da realizzare.

“Si tratta di un accordo importante – dichiarano il Sindaco Giorgio Giuffra e l’Assessore al Demanio Francesco Benza - che ci consentirà di affidare in gara la gestione del porto canale a fronte della pulizia della foce ed il contestuale riutilizzo del materiale estratto per il ripascimento del nostro litorale. L’obiettivo è quello di realizzare nuove spiagge a costo zero e continuare nell’opera di mitigazione del rischio idraulico.”

L’accordo è stata raggiunto dopo vari incontri tra i rappresentanti delle due Amministrazioni, in occasione dei quali è stata fatta un’analisi aggiornata delle varie problematiche inerenti la gestione del punto d’ormeggio, finalizzata alla eventuale ridefinizione dei rapporti convenzionali tra le due Amministrazioni interessate. La volontà politica delle parti è stata di unire le forze per avere un migliore risultato sia tecnico che economico soprattutto per quanto concerne gli interventi di pulizia e manutenzione della foce del Torrente, senza disperdere un patrimonio sabbioso davvero considerevole.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.