Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo scende in campo per le pari opportunità, firmata la “Carta dei diritti della donna nello sport”

Nell’ambito del primo convegno distrettuale di Fidapa BPW Italy, questa mattina a Villa Ormond

Sanremo. Dopo Campobasso, è Sanremo il secondo comune italiano ad essere sceso in campo per le pari opportunità. Nell’ambito di  “Lo sport al femminile: passione, ambizione, salute… senza limiti”, primo convegno distrettuale di Fidapa BPW Italy – Federazione italiana donne arti, arti professioni e affari, il sindaco Alberto Biancheri e l’assessore allo sport Eugenio Nocita hanno firmato la Carta dei diritti della donna nello sport. La sottoscrizione è avvenuta dietro l’impegno di Caterina Mazzella, vice presidente nazionale Fidapa Bpw Italy; Leda Mantovani, presidente distretto Nord Ovest Fidapa Bpw Italy; Beatrice Vanzo, presidente sezione Sanremo Fidapa Bpw Italy; e soprattutto Laura Cane, referente socie Young distretto Nord Ovest Fidapa Bpw Italy.

Riviera24 - Sanremo, convegno Fidapa BPW Italy, firma Carta dei diritti della donna nello sport

“La sezione sanremese di Fidapa BPW Italy – dichiara Beatrice Vanzo – è lieta ed orgogliosa di ospitare il primo convegno Distrettuale Young. La nostra federazione da sempre promuove e sostiene le iniziative e i progetti delle donne ed è parte attiva nella sensibilizzazione e nella lotta contro le discriminazioni di genere. Il convegno di oggi rappresenta un momento per riflette su quanto ancora nell’ambito sportivo la parità di diritti non sia stata raggiunta, su quanto sia necessario un maggior trattamento e una maggior considerazione”.

“Il convegno – aggiunge Laura Cane  – è nato per sostenere e difendere le donne nella pratica delle diverse discipline sportive e si basa sugli stessi principi che hanno ispirato la Carta europea, la quale, con le sue linee guida improntante ai valori universali di equità e indirizzate alla fornitura di misure specifiche per rinforzare le politiche delle pari opportunità, è stata un traguardo importante per milioni e milioni di donne e che vogliamo riportare all’attenzione pubblica. Su questo fronte in Italia c’è ancora tanto, tantissimo da fare. Basti pensare che fino ad oggi, considerando l’intero territorio nazionale, la Carta era stata recepita solo a Campobasso. Nel corso degli ultimi decenni è stato compiuto molto a livello politico, sociale ed economico per le donne, ma nell’ambito sportivo siamo ancora indietro”.

E oggi, grazie alla dedizione delle donne Fidapa, è stato fatto un grande passo avanti e il prezioso documento che la Uisp propose per la prima volta al Parlamento europeo nel 1985 è stato accolto anche dal Comune di Sanremo. A riguardo il sindaco Biancheri ha dichiarato: “Dopo Campobasso, è Sanremo il secondo comune in Italia ad aver firmato La carta dei diritti della donna nello sport. E di questo siamo molto onorati. Ringraziamo dunque la Fidapa BPW Italy per aver svolto il ruolo di tramite per arrivare a firmare il protocollo di intesa. Lo sport per il nostro territorio ha un’importanza notevole e a 360 gradi. Sanremo offre la possibilità di fare sport tutto l’anno e all’aperto, e siamo una città che ha tutte le caratteristiche per essere fondata sul rispetto dell’atleta in generale e della atleta donna in particolare. Caratteristiche che permettono anche di fare investimenti, tanti ne abbiamo fatti nel corso di questi due anni e mezzo e tanti altri ne verranno fatti ancora”. L’assessore Nocita aggiunge: “Aderire a questa Carta è un grande privilegio. Possiamo vantarci di essere il secondo Comune italiano ad averla sottoscritta, il ché garantirà l’equità a entrambi i sessi nella pratica sportiva, sia essa a livello amatoriale sia essa a livello professionistico. Nel concreto, ci saranno delle attività che favoriranno un presidio dell’Amministrazione comunale, promotrice di gran parte degli eventi  sportivi cittadini, affinché tutte le donne, giovani e adulte, possano praticare lo sport allo stesso modo degli uomini”.

Dopo Sanremo, l’intenzione delle socie Fidapa è quella di coinvolgere anche le altre regioni facenti parte del distretto Nord Ovest. Quindi il Piemonte, la Lombardia e la Valle d’Aosta. Il tutto per sensibilizzare le istituzioni sia comunali che regionali nel superare quella barriera invisibile nota come “soffitto di cristallo”, la quale si pone ancora come ostacolo insormontabile al conseguimento della parità dei diritti e alla concreta possibilità di fare carriera nell’ambito sportivo per molte donne. Un quadro che è stato affrontato anche durante il Convegno attraverso i video-messaggi e le testimonianze di alcune atlete: Giulia Gorlero, pallanuotista, vincitrice medaglia d’argento Olimpiadi Rio 2016 con il Setterosa; Elisa Casanova, ex capitano della squadra Nazionale femminile di Pallanuoto; Francesca Fenocchio, campionessa alle Paraolimpiadi Londra 2012 di handbike; Rossella Pruneti, coach campionessa bodybuilding ed editore; Maruska Iamundo, campionessa italiana di Judo; nonché da Donato Di Ponziano, allenatore golf femminile italiano ed estero, testimonial Sky sport.

Il  Convegno è stato inoltre occasione per affrontare temi legati allo sport e alla salute. Sono intervenuti infatti il dottor Gianfranco Trapan i, medico pediatra, scrittore, esperto in nutrizione e medicine complementari; il dottor Stefano Beschi, medico dietista, membro della commissione scientifica della Società italiana di nutrizione dello sport e del benessere; la dottoressa Antonella Chiaravalloti, podologa, socia Fidapa Young sezione Sanremo; e la dottoressa Katya Iannucci, psicologa dello sport.

Oltre i già citati Alberto Biancheri ed Eugenio Nocita, erano presenti: Gianni Berrino, assessore Regione Liguria Promozione turistica e marketing territoriale; Marco Scajola, assessore Regione Liguria Urbanistica; Costanza Pireri, assessore Comune di Sanremo Politiche giovanili e pari opportunità; Daniela Cassini, assessore Comune di Sanremo turismo, cultura e manifestazioni; Raffaella Femia, presidente sezione Savona Fidapa Bpw Italy  e Valentina Sonzini, coordinatrice nazionale per Uisp del progetto Enwpsp.

Lo sport al femminile: passione, ambizione, salute… senza limiti”, organizzato in collaborazione con Sanremo On e Prime Quality, godeva del patrocinio della Regione Liguria, del Comune di Sanremo, del Casino di SanremoASL 1 ImperieseConi Regione Liguria e Uisp provincia di Imperia. Per la sua realizzazione, fondamentale è stato anche il contributo di Asd Cinghiali Mannari Ciclismo, As Foce, Fiv (Federazione italiana vela) Sanremo, Judo club Ventimiglia, Softball Sanremo, Integrabili hand bike, Panathlon club Imperia Sanremo, nonché il Liceo sportivo di Taggia.

La referente distrettuale Laura Cane rivolge un ringraziamento agli sponsor che hanno sostenuto l’evento: Studio Frascarelli Diego Commercialista Arma di Taggia, Ristorante Pizzeria Specialità Liguri La Torre Cipressa, Figurella Sanremo, Centro Immobiliare Sanremo, Impekabile bar e grill pista ciclabile Bussana Sanremo, Sanpaolo Invest Private Banker ufficio dei Consulenti Finanziari di Sanremo, Latte Faraldi, Casinò di Sanremo, DPlanet Dennis in Sanremo – Centro Fitness, Associazione Balneari Spiagge Armesi, Forever Living Products Manager Indipendente Sira Vanzo, HesperiaServizi Medici srl, nonché alla Fondazione ausiliaria dell’Istituto Internazionale di Diritto Umanitario – Villa Ormond per la cortese disponibilità dimostrata nell’accogliere richieste della Fidapa e nel supportarla nell’organizzazione dell’evento. “Un ringraziamento particolare – conclude Laura Cane –, è dedicato a tutte le socie della sezione di Sanremo, che hanno collaborato alla realizzazione dell’evento con grande impegno ed entusiasmo, senza il loro apporto e supporto non sarebbe stato possibile realizzare il Convegno”.

Ha presentato la giornalista Giulia Cassini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.