Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo, Paolo Portoghesi ospite ai Martedì Letterari

Mercoledì 1º febbraio alle ore 16.30 nel teatro dell’Opera terrà la prolusione sull’opera di Mario Sironi

Sanremo. Mentre il foyer di Porta Teatro ospita la mostra – Omaggio a Mario Sironi nel cinquantacinquesimo dalla morte, curata dalla Galleria 56 di Bologna e dalla Fondazione Sironi, un evento culturale d’eccezione l’accompagna. Domani, mercoledì 1º febbraio ore 16.30 nel teatro dell’Opera sarà il prof. arch. Paolo Portoghesi a tenere la prolusione sull’opera di Mario Sironi, affrontando il tema: “Sironi pittore e architetto”. Partecipano la storica dell’Arte, prof.sa Maria Teresa Verda Scajola e la storica dell’arte, dott.sa Federica Flore. L’incontro è stato inserito nel piano di Formazione dei Docenti.

Si potranno ammirare le 32 opere esposte, dal 1900 al 1960. Fra le tante importanti opere esposte segnaliamo: Paesaggio, 1899-1900 ca., olio su carta, cm 30×35. È un’opera molto particolare in quanto fu dipinta da Sironi all’età di circa 15 anni. Ne fu persa traccia intorno agli anni Quaranta, si suppone più precisamente nel 1944. È stata acquistata da Galleria Cinquantasei presso un antiquario di Rothenburg ob der Tauber (Germania). Forme plastiche nello spazio, 1914, tempera e inchiostro su carta, cm 28×23. Una delle pochissime opere futuriste di Mario Sironi, esposta anche alla Biennale di Venezia del 1962. Splendida chiusura musicale.

“Il metodo storico di Portoghesi” ha scritto il critico e storico dell’Arte Giulio Carlo Argan, “non consiste nella operazione relativamente facile di trovare Palladio in Aalto o Borromini in Wright, ma nella operazione inversa e più difficile di trovare Aalto in Palladio e Wright in Borromini; ergo nel dimostrare che, dati Palladio e Borromini, non possono non esserci Aalto e Wright e quello che viene dopo fino all’impegno morale, personale dello storico. Si entra così in un ordine di necessità, lo stesso per cui lo storico non può non essere un politico: la poetica non è la premessa, ma la necessità etica dell’impegno sul piano operativo dell’arte.”

Paolo Portoghesi (nato il 2 novembre 1931, Roma) è un architetto, teorico, storico e docente di architettura presso l’Università La Sapienza di Roma. E’ stato presidente della sezione architettura della Biennale di Venezia (1979-1992), Editor-in-chief della rivista Controspazio (1969-1983), e preside della Facoltà di Architettura presso l’Università di Milano Politecnico (1968 – 78).

Portoghesi ha studiato architettura presso la Facoltà di Architettura dell’Università di Roma, completando i suoi studi nel 1957. Ha iniziato l’insegnamento della storia della critica presso la stessa Facoltà nel 1961. Portoghesi ha aperto uno studio di architettura con l’architetto-ingegnere Vittorio Gigliotti nel 1964, a Roma.

Si è specializzato nell’insegnamento e nella ricerca di architettura classica, in particolare architettura barocca, in particolare Borromini, ma anche Michelangelo. Il suo interesse per l’architettura contemporanea è coinciso in gran parte con quella del suo collega di Roma, Bruno Zevi, nel difendere una forma più organica del modernismo, per esempio, l’opera di Victor Horta e Frank Lloyd Wright, e in Italia con il neorealismo e il Neo-Liberty.

Questo inclinazione ha connotato tutta la sua carriera ed è chiaramente visibile nella sua stessa architettura. Questo dato emerge chiaramente anche negli studi sulla natura, particolarmente evidenti nel suo libro “Natura e Architettura” (2000). L’incontro culturale terminerà con un momento musicale.

Bertrand Gruss International Paris – Rome – Los Angeles presenta “I sogni di GiacomoGiuseppe” di e con Diego Bragonzi Bignami (Music Grammy Awards, USA 2007) con la partecipazione di Adriana Savonea Fiorentini. Al piano M’ Maria Silvestrini . Fantasia Lirica in un Atto per Baritono e Soprano. Inaugurazione della Bertrand GRuss SanRemo Liric International: presidente Carla Zanesi. I Sogni di GiacomoGiuseppe è uno spettacolo di e con Diego Bragonzi Bignami in scena a Parigi dal 2012, in Italia debuttò nel 2010 presso il Teatro Festival di Tirano e distribuita in diversi teatri italiani. Quest’anno sara’ in Teatro a San Diego, New York e a Lima in Perù.
È stato rappresentato in Medio Oriente nel 2009, debuttando dapprima presso la Vadath Hall di Teheran poi a Shiraz Isphaan, Doha etc

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.