Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Operazione Portofino”, il libro di Centazzo sbarca alla Mondadori di Bordighera

Sabato pomeriggio la presentazione alle 18 con l'autore di un romanzo che sta scalando le classifiche di vendita

Bordighera. E’ uscito il 19 gennaio scorso, ma sta già scalando le classifiche dei libri più venduti in Italia. Il primo romanzo della “Squadra speciale minestrina in brodo”, d’altronde, è arrivato alla quarta ristampa. Roberto Centazzo, poliziotto e scrittore, torna in  libreria con una seconda storia: “Operazione Portofino”. I protagonisti sono davvero unici e originali: l’ex sostituto commissario e vice dirigente della Squadra mobile, Ferruccio Pammattone, l’ex sovrintendente della Scientifica, Eugenio Mignogna, e Luc Santoro, già assistente capo all’Immigrazione. Sono loro i membri di questa squadra speciale che indaga alla vecchia maniera e scopre casi difficili. Ma il libro di Centazzo, che sabato pomeriggio alle 18 verrà presentato alla Libreria Mondadori di Bordighera, fa respirare la vera Liguria con i suoi paesaggi, le sue atmosfere, la sua gente.  Sono citati anche giornalisti che hanno seguito storie di cronaca in un momento in cui la carta stampata aveva un grande valore e internet era sconosciuto.

Mescolando con abilità i toni della commedia alle atmosfere del giallo, il secondo romanzo della serie diverte ancora più del primo. Sono stati congedati per raggiunti limiti di età, ma hanno ancora ben più di una cartuccia da sparare. Così, l’ex sostituto commissario e vice dirigente della Squadra mobile, Ferruccio Pammattone, l’ex sovrintendente della Scientifica, Eugenio Mignogna, e Luc Santoro, già assistente capo all’Immigrazione, decisi a continuare a rendere difficile la vita ai malviventi e pronti a sfidare le regole, hanno dato vita alla «Squadra speciale Minestrina in brodo». E se all’inizio i loro ex colleghi alla Questura di Genova li hanno guardati storto, una volta brillantemente chiusa la prima indagine, i tre temibili vecchietti sono stati ufficiosamente «arruolati» per risolvere quei casi che, per mancanza di tempo o di risorse, le forze inquirenti lasciano irrisolti.

operazione portofino

Ecco perché, di fronte a una serie di furti di auto di lusso, che richiamano da vicino un caso relegato da anni nello schedario delle cause perse, il nuovo commissario Lugaro non ha dubbi: se ne occuperanno loro, Pammattone, Mignogna e Santoro, in arte Semolino, Kukident e Maalox. Tra uno schema di parole crociate e una passeggiata sul lungomare di Portofino, una fiera di paese e una gita a Saint-Tropez, i tre si mettono all’opera per smantellare l’organizzazione criminale che da anni metteva in croce Carabinieri e Polizia della Riviera. Un libro unico che merita di essere letto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.