Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Luca Maria Filippone da Imperia all’Accademia Navale di Livorno col sogno di vivere il mare fotogallery

Il racconto suo e del "collega" Simone Firato di Genova che hanno già partecipato all'addestramento con la Brigata San Marco

Imperia. Sono partiti dalla Liguria motivati e con la testa sulle spalle. Hanno deciso di investire sul loro futuro e di intraprendere la carriera militare. Luca Maria Filipponi, 20 anni, nato a Sanremo, ma vive con i genitori a Caramagna di Imperia, il collega è Simone Firato, 21 anni, attualmente frequenta la prima classe dei corsi normali dell’Accademia Navale di Livorno. Nei giorni scorsi hanno assaggiato la vita dei “marines”. “Abbiamo partecipato a Massafra, in Puglia, ad un corso di addestramento sotto l’egida degli istruttori della Brigata Marina San Marco. In particolare l’addestramento riguardava il combattimento corpo a corpo, esercitazioni di tiro con le armi, pianificazione e conduzione di movimenti tattici elementari e topografia. Tutto rientra tra le numerose attività dell’iter di formazione della Scuola Sottufficiali di Taranto.

“Che cosa mi ha spinto ad entrare in Accademia? La voglia di mettermi in gioco e provare una esperienza nuova e soprattutto l’amore per il mare”, racconta Luca Maria, figlio unico e orgoglioso di indossare quella divisa sognata fin dai tempi del liceo Viesseux. “Un occhio alla vita del marinaio lo avevo già dato quando ho visitato la capitaneria a Imperia. Un ambiente molto accogliente e poi il personale è qualificato”.   Pure Simone Firato dopo aver studiato al Bernini di Genova ha deciso di indossare la divisa: “Un sogno che si avvera. Una mia ambizione personale quella di entrare in Accademia con passione e determinazione”.

Per i due ragazzi della Liguria quella dell’Accademia di Livorno è indubbiamente un’opportunità formativa unica. Entrambi hanno un obiettivo: “Diventare professionisti del mare”. Durante la loro formazione in Accademia, svolgono anche attività addestrativa a bordo delle navi, per poi operare in Marina, al termine dell’iter di studi saranno impiegati, in funzione della specializzazione conseguita Entrambi sono inseriti nel programma del Genio Navale.

Emozionante per Luca e Simone la giornata del 3 dicembre scorso quando hanno prestato insieme ad altri allievi ufficiali alla presenza del ministro della Difesa Roberta Pinotti, insieme al capo di stato maggiore, generale Claudio Graziano e dal capo di stato maggiore della Marina Militare, ammiraglio Valter Girardelli. Ma in 5 mila avevano tentato l’ingresso e non hanno superato la selezione.

La formazione degli Ufficiali di Marina è incentrata sul patrimonio storico, culturale, morale e professionale che caratterizza il mestiere del marinaio e contraddistinta dall’innovazione continua degli strumenti e dei contenuti didattici, sviluppati in simbiosi con il mondo universitario, per consentire ai giovani di maturare la piena consapevolezza di costruire il futuro della Marina e del Paese.

E sabato prossimo l’Accademia Navale di Livorno aprirà a tutti coloro che vorranno conoscere da vicino la vita degli allievi ufficiali della Marina Militare, offrendo l’opportunità di visitare l’Istituto di formazione nel pieno della sua attività. L’ingresso dal Varco di San Jacopo rappresenta l’inizio di un percorso affascinante che si articola lungo il Viale dei Pini passando per il complesso di Palazzo Allievi con il suo piazzale e lo storico Brigantino, Palazzo Studi con il simulatore di “plancia”, le aree dedicate alle scienze nautiche e le strutture sportive di Villa Chayes. In questa occasione, gli allievi e gli Ufficiali dell’Accademia Navale risponderanno direttamente a domande e curiosità.

Tra l’altro Restano ancora pochi giorni per provare ad intraprendere la carriera di Ufficiale della Marina Militare e presentare la domanda. Il bando di concorso, pubblicato con la Gazzetta Ufficiale nr. 2 del 10 gennaio 2017 – 4ª Serie Speciale, terminerà il 9 febbraio. Potranno presentare la domanda tutti i giovani di età compresa tra i 17 ed i 22 anni non ancora compiuti, in possesso di cittadinanza italiana, di un diploma di scuola media superiore, oppure in procinto di conseguirlo alla fine del corrente anno scolastico. In oltre 130 anni di vita, dal lontano 6 novembre 1881, l’Accademia Navale ha formato oltre 10.300 Ufficiali dei corsi normali, oltre 31.300 Ufficiali dei corsi ausiliari e di complemento, compresi quelli dei Corsi preliminari navali, 2.600 Ufficiali a nomina diretta, educandoli tutti ad una vita di disciplina e di dedizione al dovere ed al culto della patria e dell’onore.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.