Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’istituto Tecnico Ruffini di Imperia entra per la prima volta nella giuria nazionale del Premio Strega Giovani

Per prepararsi un gruppo di ragazzi parteciperà ad un ciclo di “incontri stregati” pomeridiani con letture dei romanzi candidati e vincitori del prestigioso premio

Imperia. Quest’anno per la prima volta l’istituto Tecnico Ruffini di Imperia partecipa con un gruppo di alunni al Premio Strega Giovani 2017. Si è formato del tutto volontariamente un bel gruppo di lettori e lettrici molto motivati: Alice Vassallo, Giorgia Mazzarese, Giulia Esposito, Sara Barla, Valentina Megiovanni, Roberto Orlando, Renee Paglialunga, Silvia Giaccheri, Anna Calvi, Eleni Morese, Virginia Viani, Elisabetta Caccamo, Barbara Cutri’, Yasemin Ysik, Arianna Saguato, Emine Dogan, Giulia Marino, Miriam Seiti, Claudia Pozzato.

Gli studenti, insieme alla prof.ssa Marina Oliva, saranno impegnati da aprile a giugno nella lettura dei testi dei dodici finalisti del prestigioso premio. La biblioteca scolastica delll’Istituto Ruffini ha deciso di seguire i ragazzi da vicino proponendo già fin da ora, un ciclo di “incontri stregati” pomeridiani con letture dei romanzi candidati e vincitori del prestigioso Premio Strega delle annate passate come ad esempio  Conforme alla gloria” candidato nel 2016, “ La solitudine dei numeri primi “ di Paolo Giordano vincitore nel 2008, “ Non ti muovere” di Margaret Mazzantini vincitrice nel 2002 e partecipando all’incontro a Cervo il 25 marzo con la scrittrice Melania Mazzucco già vincitrice del Premio Strega 2003 e oggi anche nel comitato del Premio e poi d’ estate a “ Cervo ti Strega” avendo così la meravigliosa opportunità di incontrare gli autori finalisti e il vincitore.

Il primo scrittore a ricevere il Premio Strega, nel 1947, è stato Ennio Flaiano con il libro Tempo di uccidere. A settantantun anni dall’istituzione, dieci donne hanno vinto il Premio: per prima, nel 1957, Elsa Morante, seguita da Natalia Ginzburg, Anna Maria Ortese, Lalla Romano, Fausta Cialente, la stessa Maria Bellonci, Mariateresa Di Lascia, Dacia Maraini, Margaret Mazzantini e Melania Gaia Mazzucco. Alcune delle opere premiate con il Premio Strega sono divenute colonne portanti della letteratura contemporanea: da Il nome della rosa di Umberto Eco, che ha venduto cinquanta milioni di copie in tutto il mondo, grazie alla traduzione in decine di lingue, a Il Gattopardo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, un classico della letteratura italiana.

Fino all’edizione del 2014 il Premio Strega è stato assegnato ogni anno ad un solo scrittore, poiché non si sono mai verificate condizioni di parità nel computo finale dei voti. Nel 2006, tuttavia, accanto a Caos Calmo di Sandro Veronesi, anche la Costituzione della Repubblica Italiana ha ricevuto un Premio Strega onorario, al di fuori della classica competizione.

I ragazzi, attraverso la lettura personale  dei romanzi e il confronto con i compagni di avventura e le insegnanti negli “Incontri stregati del Ruffini”, dovranno arrivare a esprimere una preferenza, inviando il proprio voto alla Fondazione Bellonci, organizzatrice del Premio. I giovani giurati di tutta Italia ( sono circa cinquanta le scuole secondarie superiori coinvolte) sono inoltre invitati a esprimere un giudizio che dia  ragione del loro voto: gli autori dei migliori testi scritti saranno ospiti della Fondazione alla proclamazione del vincitore del Premio Strega Giovani, che si terrà a Roma a Montecitorio alla presenza del Presidente della Camera. Gli studenti aderiscono con entusiasmo al progetto, che si pone come obiettivo la diffusione della narrativa italiana contemporanea fra i giovani lettori, incoraggiandone l’autonomia di giudizio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.