Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Inchiesta del Corsera sui gruppi consiliari composti da una sola persona, c’è anche la Liguria

Articolo di Sergio Rizzo dal titolo "Regioni, il trucco per avere più fondi - Sono 62 i gruppi di una sola persona"

Liguria. L’inchiesta del giornalista del Corsera Sergio Rizzo, dal titolo Regioni, il trucco per avere più fondi – Sono 62 i gruppi di una sola persona, sui gruppi consiliari presenti in regione ma composti solo da un consigliere, parla anche della Liguria. Due infatti sono i consiglieri, uno è della maggioranza, Andrea Costa (Gruppo Misto Liguria Popolare) e Rete a Sinistra all’opposizione con Giovanni Battista Pastorino che costituiscono un gruppo a se.

E in questo stralcio di articolo Rizzo prova a spiegarci alcune delle cause:

“Il bello è che la febbre capace di contagiare la politica nella più piccola Regione italiana con l’eccezione della microscopica Valle D’Aosta, a dispetto di ogni polemica e vari tentativi di contenerla, dilaga irrefrenabile in tutta Italia. Sapete quanti sono i gruppi regionali con un solo componente? La bellezza di 62 (sessantadue). Niente è cambiato dopo gli scandali dei soldi dissipati per ragioni che nulla avevano a che fare con la politica. Niente, nemmeno dopo le inchieste giudiziarie che hanno fatto finire nel registro degli indagati 521 consiglieri. Niente, neppure dopo il giro di vite imposto a valle di quelle vicende nel 2012 dal governo di Mario Monti, e che di fatto hanno inaridito il fiume di denaro pubblico destinato a quei gruppi nei consigli regionali. Prima della riformina del 2011 che ha ridotto l’abnorme numero delle poltrone, per oltre 1.100 consiglieri regionali c’erano 75 gruppi monocellulari. Circa il 6,7%. Oggi ce ne sono invece 62 per 904 consiglieri: il 6,8%.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.