Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Imperia, rottweiler aggredisce cagnolino in spiaggia. La padrona ora cerca i responsabili: “Il mio cane vivo per miracolo” foto

A rischiare di essere aggredita è stata anche una bambina di 11 anni

Imperia. E’ un appello disperato alla ricerca dei proprietari del rottweiler che, lo scorso 22 dicembre, intorno alle 14,00, ha aggredito e quasi ucciso il suo cagnolino “Ghost” nella spiaggia per cani vicino al Koko Beach, quello della signora Annita Marinaro.
“Il mio cane era in vacanza con una mia amica, sua figlia e mio zio”, racconta la donna, residente a Torino, “Si trovavano all’altezza delle docce quando hanno visto una coppia con tre cani passeggiare sulla spiaggia”.
Ghost, incrocio tra un jack russel e un volpino, dieci anni per circa dieci chilogrammi, era al guinzaglio: “Lo teneva la figlia della mia amica, una bambina di undici anni che, per quanto accaduto è ancora sotto shock”.

Ad un certo punto, infatti, i tre cani si sono avvicinati al piccolo Ghost: erano liberi e senza museruola. “Il primo sembrava un alano”, racconta Annita, “Si è messo ad abbaiare. Poi è arrivato il rottweiler ed è saltato al collo del mio Ghost”. Per un soffio, nell’aggressione non è rimasta coinvolta l’undicenne che, essendo molto affezionata al cagnolino che teneva al guinzaglio, ha avuto come prima reazione quella di separare gli animali. La mamma, però, ha allontanato la bambina, mettendo almeno lei al riparo dalle mascelle del rottweiler.

“A quel punto il padrone dei cani ha iniziato a fare di tutto per salvare Ghost, perché il rottweiler lo stava uccidendo. Ha provato persino con un bastone, che gli ha rotto in testa. Alla fine, non si sa come, è riuscito a liberare il mio cagnolino”, spiega la donna, “La mia amica ha preso in braccio Ghost e lo ha portato alla clinica veterinaria di Oneglia, dove è stato operato immediatamente”. Tornata sulla spiaggia, una quindicina di minuti dopo, non ha più trovato nessuno. La coppia e i tre cani si erano dileguati.

Ghost ora è a Torino e tutti i giorni deve essere accompagnato dal veterinario per le medicazioni. Fra circa due mesi dovrà essere operato nuovamente. E poi ancora. Essendo un cane di dieci anni, tra l’altro, rischia di non sopravvivere all’anestesia. Le cure, oltre ad essere lunghe, sono pure molto costose.

“Speravo che qualcuno si facesse avanti”, conclude Annita Marinaro, “Chiedendo notizie a veterinari o polizia municipale. Ma così non è stato”. Per questo la signora lancia un appello: “Per favore, se sapete qualcosa chiamatemi al 3389866805“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.