Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il Taggia contro la Campese, “Non sarà una passeggiata”

"Nei prossimi due mesi dovremo premere sull'acceleratore e vincere per mettere pressione agli avversari"

Più informazioni su

Taggia. Buona la prima. Con il risultato di 5-2 il Taggia impone il suo gioco contro un Varazze in lotta per la salvezza e con un organico rinnovato rispetto al girone di andata. La bella vittoria dei ragazzi taggesi, mantiene aggancianti gli uomini di Tirone a Piera Ligure e Cairese le quali però non danno segni di cedimento vincendo e mantenendo invariato il divario in classifica. Per continuare a mettere pressione alle savonesi, il tecnico giallorosso si dice pronto a ripetersi insieme ai suoi giocatori in terra genovese contro i “Draghi della Valle Stura”, ovvero la Campese.

“Siamo contenti della bella vittoria contro il Varazze, abbiamo giocato bene. Durante le feste – evidenzia mister Tirone – ci eravamo promessi di partire subito alla grande e così è stato, partita dominata per via del giusto approccio. Il Varazze si gioca la salvezza e non si trova fuori della zona play-out, tuttavia penso che con un po’ fortuna riesca a tirarsi su. A questo punto penso che il campionato sia aperto alle squadre attualmente in testa, mi riferisco a Cairese, Pietra Ligure e Campomorone. Nei prossimi due mesi dovremo premere sull’acceleratore e vincere per mettere pressione agli avversari sopraelencati, dal canto loro, le savonesi cercheranno di fare lo stesso. Si giocherà, oltre che dai risultati, anche dalle assenze, a mio avviso, infortuni e squalifiche possono cambiare le sorti di una partita.

Mi aspetto il replay contro i “Draghi della Valle Stura” anche non sarà una passeggiata. La Campese – conclude l’allenatore del Taggia – è in bilico, e se non rosicherà qualche punto potrebbe finire nella zona calda della classifica. A Genova dipenderà anche dalle condizioni del terreno di gioco, in un clima così rigido come quello che stiamo attraversando, il manto erboso potrebbe aver subito modifiche, non è una scusante ma è sicuramente un fattore da non trascurare.”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.