Quantcast

Il badalucchese Stefano Boeri firma la rinascita urbanistica di Tirana

Scuole e spazi verdi, ecco il nuovo piano regolatore di Tirana sviluppato da Stefano Boeri Architetti assieme agli studi Unlab e Ind

Più informazioni su

Sanremo. Toccherà all’architetto milanese ma originario e cittadino onorario di Badalucco Stefano Boeri riprendere in mano il nuovo piano regolatore approvato dal comune di Tirana in Albania.

Ancora una volta gli italiani protagonisti, se nel 1925 Armando Brasini fu colui che diede una nuova immagine alla capitale albanese, annessa poi nel 1939 all’Italia, oggi Stefano Boeri dovrà rivoluzionare il volto di Tirana la quale – come riporta il Corriere della Sera – sarà circondata da un bosco orbitale, avrà due anelli ciclabili, un’oasi naturale e fasce verdi attorno ai corsi d’acqua. Oltre a 20 nuove scuole pubbliche.

Scrive il Corriere: “Gli ultimi giorni del 2016 il Consiglio comunale di Tirana ha approvato il nuovo Piano regolatore della città, sviluppato da Stefano Boeri Architetti assieme agli studi Unlab e Ind: la cordata italo-olandese ha vinto un anno fa il concorso internazionale del governo albanese dopo la riforma amministrativa che ha ridotto il numero dei Comuni in tutto il Paese. Il piano di riorganizzazione (anche concettuale) della capitale chiamata «Tirana 2030» (TR030: nell’immagine qui sotto, l’Atlas della città) comprende anche i collegamenti con l’aeroporto (l’unico) del Paese e il porto di Durazzo, i trasporti e i servizi pubblici, le aree verdi e i corridoi ecologici, questi ultimi tanto voluti da Erion Veliaj, ex ministro nel governo Rama, ora primo cittadino della metropoli, che conta di tornare al governo come primo ministro.”

 

Più informazioni su