Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Fuochi d’artificio di fine anno per il settore Urbanistica, Lavori Pubblici e Ambiente del Comune di Imperia foto

L'assessore Abbo: "E' stato fatto un lavoro titanico, con un coordinamento esemplare fra il dirigente e la sua squadra, per riuscire ad impegnare tutti i fondi a disposizione"

Imperia. I motori hanno girato ai massimi regimi sino agli ultimi giorni: oltre alle normali scadenze di fine anno, gli uffici nelle ultime settimane hanno gestito la loro quota del “tesoretto” di 6.500.000 euro derivante dall’escussione delle fideiussioni del porto, preso in carico le opere per arrivare all’apertura del museo navale e gestito l’affidamento del contratto di servizio di parcheggio alla Go Imperia.

Gli interventi a cui è stato l’avvio sono numerosi; per alcune opere sono partite le procedure di gara d’appalto per la selezione delle ditte e si prevede che, tenendo conto dei tempi burocratici, i lavori potranno partire fra la primavera e l’estate 2017.

Per altri interventi invece il primo passo è consistito nell’aver affidato incarichi professionali di progettazione; una volta che vi saranno i progetti, il Comune dovrà ancora reperire i fondi per l’esecuzione delle opere.

Molto soddisfatto del lavoro svolto l’assessore Guido Abbo: “E’ stato fatto un lavoro titanico, con un coordinamento esemplare fra il dirigente e la sua squadra, per riuscire ad impegnare, non senza fatica ed al fotofinish, tutti i fondi a disposizione; confido che, avendo risolto grazie al tesoretto le emergenze principali, riusciremo a trovare presto i fondi anche per le altre priorità rimaste, non appena avremo la progettazione pronta”.

Anche negli uffici ambiente macchine avanti a tutta fino alla fine: si è corso non soltanto per gestire la partita del depuratore e per redigere il nuovo piano del servizio igiene ambientale con il “porta a porta”, ma sono
anche partite le procedure di gara per fronteggiare il dissesto idrogeologico, che è sempre più un’emergenza come ben sa l’assessore Giuseppe De Bonis: “Il nostro è un territorio bellissimo, ma fragile. Per proteggerlo e per risolvere le criticità che si presentano ci impegniamo al massimo per impiegare al meglio le poche risorse disponibili”.

Si chiude l’anno vecchio con qualche buona notizia, e si guarda al nuovo con aspettativa e fiducia. Cosa porterà il 2017? Per quanto riguarda i lavori pubblici altri fondi in arrivo: circa 8.000.000 di euro arriveranno dai
fondi comunitari POR FESR, e saranno destinati ancora all’ambiente ed in particolare al dissesto idrogeologico, poi alla riqualificazione energetica degli edifici pubblici ed a nuove infrastrutture informatiche e telematiche.

E per quanto riguarda le modifiche al tessuto urbano della città, si attende dal Governo la conferma definitiva dei 18.000.000, derivanti dal bando periferie urbane, per la realizzazione della pista ciclabile sul vecchio
sedime ferroviario e la copertura del depuratore al parco urbano. Commenta l’assessore all’urbanistica Enrica Fresia: “Non abbiamo certo il tempo di riposare! Già nelle prime settimane dell’anno dobbiamo preparare i bandi di gara per la progettazione definitiva. E nel frattempo abbiamo affidato l’incarico per il piano dei lidi, del quale sta finalmente partendo la fase operativa di progettazione.”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.