Emergenza incendi nell’Imperiese, due roghi ancora attivi e arrivano i rinforzi dal Piemonte e Lombardia fotogallery

Arrivati volontari anche dal Piemonte e dalla Lombardia per spegnere i focolai ancora attivi

Pieve di Teco. Sono due gli incendi ancora attivi nell’Imperiese, entrambi interessano Pieve di Teco, sia sulle colline del paese che sul versante di Rezzo. I mezzi aerei contribuiscono alle operazioni di spegnimento.

Presidi dei volontari interessano poi Pantasina, Cesio, Caravonica e Sanremo. Ma a dare manforte alle squadre dell’antincendio boschivo della Riviera sono arrivati 26 volontari dal Piemonte e dalla Lombardia. I primi sono colleghi del Cuneese e quindi fanno la spola con Imperia con uomini e mezzi per spegnere i roghi, gli altri sono alloggiati presso il Polo della protezione civile all’aeroporto di Villanova d’Albenga.

“Stiamo lavorando da giorni senza un attimo di tregua- racconta Eugenio Adolfo, responsabile provinciale della protezione civile – Due dei nostri volontari si sono anche infortunati e abbiamo bisogno di rinforzi anche perché abbiamo appreso che il vento tornerà a soffiare sulla Riviera e quindi non possiamo assolutament abbassare la guardia. E’ stato applicato alla lettera il dispositivo che prevede la collaborazione anche da parte dei volontari delle due regioni limitrofe alla nostra e quindi operiamo in forze per cercare di contenere l’avanzata del fuoco che ha già provocato danni enormi al patrimonio boschivo”.

Questa mattina si è svolta anche una riunione operativa al comando provinciale dei vigili del fuoco per concentrare al meglio le forze che ora sono in campo per spegnere i roghi che interessano soprattutto l’entroterra imperiese.
Nel frattempo sono già iniziate anche le indagini per scoprire gli autori degli incendi che vedono impegnati i carabinieri e i vigili del fuoco. Gli inquirenti sono
convinti si tratti di singole persone senza contatto tra di loro e non di una banda
organizzata.