Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Diano San Pietro celebra il “Giorno della memoria” inaugurando il “Giardino dei diritti umani”

La cerimonia intitolata “La Famiglia dei portatori sani dei valori dell’Umanità” vedrà la dedica di quattro piante

Diano San Pietro. Per il terzo anno consecutivo, il Comune di Diano San Pietro celebrerà il Giorno della memoria inaugurando il “Giardino dei Diritti Umani”.

La cerimonia intitolata “La Famiglia dei portatori sani dei valori dell’Umanità”, la quale ha ottenuto il patrocinio di numerose istituzioni di altissimo livello tra cui la Presidenza della Camera dei Deputati ed il Ministero della Giustizia, oltre ad Ambasciate e Consolati Argentini e Birmani, vedrà la dedica di quattro piante a: le Madres ed Abuelas de Plaza de Mayo, a Lady Aung San Suu Kyi, a Francesca Morvillo Falcone ed Emanuela Loi, alle due partigiane nel cuore di Diano San Pietro Alba Risso e Rina Saguato. Un’iniziativa che verrà inserita all’interno del network dei Giardini dei Giusti, una testimonianza ed un ricordo a Grandi Donne che hanno fatto della lotta per la Verità, dell’ amore verso la Patria, della dedizione alla Giustizia, il loro scopo di vita e per cui, in molti casi hanno dato la vita.

Un giardino che avvicinerà diversi angoli del mondo, dall’Argentina al Guatemala, dall’Honduras all’America della lotta contro il razzismo, dall’orrore dei campi di sterminio nazisti alla violenza delle stragi di mafia, al diritto per l’istruzione femminile, alla resistenza della Leader birmana, ricordando in particolar modo due donne che hanno fatto parte integrante della vita del nostro Comune, con le quali siamo cresciuti ed il cui ricordo ci accompagnerà nei nostri passi, lasciandoci il messaggio del loro contributo nella lotta di liberazione.

Un giardino della memoria, un giardino della testimonianza, per non dimenticare mai, perché ciò che è accaduto può sempre ripetersi. In occasione di questa cerimonia, il sindaco Claudio Mucilli conferirà alla Madre de Plaza de Mayo Linea Fundadora Vera Vigevani Jarach, la cittadinanza onoraria, come attestato di stima verso la lotta per il Nunca Mas Silencio che questa donna porta avanti da 40 anni, in memoria di sua figlia Franca e di tutti i 30.000 desaparecidos della dittatura argentina. L’appuntamento è per venerdì 3 febbraio alle ore 10,30 presso la Fraz. Borganzo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.