Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Da Imperia a Palawan per amore di “White”: la storia a lieto fine di Mariella Laura e del cagnolino randagio che grazie a lei ha conosciuto l’amore fotogallery

La donna ha adottato White a distanza e, dopo due mesi, è tornata da lui

Imperia. Ricordate White? Il cagnolino randagio e malandato che vive nell’isola di Palawan, nelle Filippine, di cui si era innamorata l’imperiese Mariella Laura? Vi avevamo raccontato la sua storia lo scorso 15 novembre quando Riviera24.it aveva raccolto la straordinaria testimonianza della signora Laura, l’amante degli animali che lo aveva incontrato quando era solo un cane randagio malato e scheletrico senza nessuno che si occupasse di lui.

Da qualche giorno Mariella Laura è tornata a El Nido dal suo White per portargli le medicine necessarie a curarlo dalla “rogna rossa” dalla quale era affetto. Ma non è tutto: l’amore che lega un essere umano ad un animale può essere infinito e la storia di Mariella e White ne è la dimostrazione. E noi l’abbiamo raccolta, per voi.

Tutto è iniziato due mesi fa quando Mariella Laura si trovava in vacanza a El Nido. In questo paradiso frequentato da migliaia di turisti, la donna incontra un cagnolino di circa sei mesi con il muso da coyote. Non è l’unico cane randagio del villaggio, ma uno tra i tanti che si incontrano nelle Filippine vagare sulle spiagge in cerca di cibo o a pesca di pesci marini, per molti unica forma di sostentamento.

Ma White è diverso: tutti lo evitano perché coperto di chiazze sul pelo. Inoltre il cane sembra avere paura dell’acqua e non riesce a pescare come fanno i suoi simili. Insomma quel giovane cane che tutti allontanano e che non è in grado di procurarsi il cibo da solo sembra essere destinato a morire presto.

Mariella Laura si accorge di lui e da quel momento la vita dei due cambia per sempre. Una volta tornata in Italia, la donna cerca il modo di far arrivare White ad Imperia. Ma sembra impossibile: il cane è malato e non riceverebbe mai il passaporto necessario per l’espatrio. La signora, però, non si dà per vinta e grazie ad un giovane filippino che aveva conosciuto in vacanza, inizia a prendersi cura del cane a distanza. Mariella invia denaro al ragazzo affinché si occupi di portare il cane dal veterinario e gli dia da mangiare. In cambio chiede solo qualche foto del suo White, inviata su WhatsApp. Il denaro inviato dall’imperiese non serve solo per White, ma anche per aiutare il giovane a vivere dignitosamente attraverso un lavoro da dog sitter a distanza.

La donna, ora, è volata nelle Filippine dal suo White e, dall’isola di Palawan ha inviato a Riviera24 le foto con quello che ormai, grazie a lei, non è più un cane randagio: White, infatti, ha una “mamma” a distanza che si occuperà di lui. Per sempre. E lui la ricambia con quei baci e quelle coccole che solo chi vive con un animale conosce. Questa è la storia di Mariella e White: una storia che siamo felici di avervi potuto raccontare.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.