Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Camporosso, Luci: “L’inizio difficile non è ancora finito”

La prossima partita che attende il Camporosso è una delle più proibitive della stagione

Più informazioni su

Camporosso. Una Cairese corsara a Camporosso lascia i ragazzi di Luci delusi per il risultato finale. “Partita per molti versi bugiarda”, sono le parole del tecnico rossoblu, che di fronte alla seconda sconfitta consecutiva si dice tuttavia fiducioso per il proseguo della stagione. Ciononostante, la prossima partita che attende il Camporosso è una delle più proibitive della stagione. La banda Luci, infatti, se la dovrà vedere contro il Pietra Ligure attualmente in corsa per il primo posto.

Mister Luci, le squadre che sta incontrando attualmente sono le pretendenti alla vittoria finale. Sul piano della prestazione ci dovremo attendere una gara simile come quella disputata contro la Cairese?

“Per quanto riguarda la sconfitta subita contro la Cairese, a mio avviso il risultato al termine dei novanta minuti lascia un po’ delusi tutti quanti, abbiamo espresso il nostro gioco nei migliori dei modi ma a volte non basta. Attualmente viviamo un periodo deludente ma non è un attributo delle mie squadre abbattersi, l’inizio difficile non è ancora finito, prossimamente affronteremo il Pietra Ligure, ma andremo con lo spirito giusto, visto la prestazione data dai ragazzi domenica scorsa.”

Strappare dei punti al Pietra significherebbe fare un regalo a Tirone, il Taggia è pronto al salto di categoria?

“Prima di tutto pensiamo a giocare bene, il risultato viene dopo. Anche se il campionato si gioca a viso aperto, le favorite si conoscono e fra di loro c’è il Taggia. I giallorossi a parer mio sono pronti al salto di categoria, secondo me hanno l’organico più forte, più organizzato e più competitivo del girone A della Promozione. L’antagonista principale del Taggia è la Cairese, la quale vanta di uomini di esperienza e singoli che possono fare la differenza. A volte il buon gioco non basta, come si già visto in precedenza, ci vuole fortuna. A far la differenza non sono le Big ma le piccole squadre, vedi il pari del Pallare contro il Pietra Ligure.”

Senza Trimboli, la difesa soffre?

“Il problema non è l’assenza di Trimboli. Da diverse gare andiamo in campo senza Comi, Davide Giunta, Lentini. Abbiamo recuperato Celea e ciò è sicuramente una nota positiva. In queste occasioni, preferisco far giocare qualche giovane, vedi l’ottimo esordio di Romani, sicuramente troverà ancora spazio se continuerà ad allenarsi bene e a continuare in modo volenteroso il suo percorso calcistico.”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.