Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bordighera, raccolti oltre 18mila euro per i terremotati. Pirozzi (sindaco di Amatrice): “La nostra forza siete voi” fotogallery

Tante le iniziative organizzate dalla Protezione Civile A.I.B. di Bordighera in collaborazione con i comuni limitrofi

Bordighera. 18.339,16 euro per Amatrice, cittadina in provincia di Rieti completamente distrutta dal terremoto di magnitudo 6.0 del 24 agosto 2016. E’ questa la cifra raccolta dalla Protezione Civile A.I.B. della “città delle palme”, in collaborazione con i comuni di Camporosso, Vallecrosia e Isolabona, le rispettive amministrazioni e pro loco, che verrà addebitata su un conto apposito creato dal comune laziale per rispondere all’emergenza.
“Abbiamo un capitolo di bilancio dedicato”, ha spiegato il sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi, “Con la causale “emergenza terremoto” dal quale stiamo attingendo le risorse per dare un sostegno a chi ha perso tutto e soprattutto a tutte le persone che, avendo una piccola impresa privata e quindi detenendo un partita iva sono meno tutelate rispetto ad altre categorie di lavoratori”. Si parla di oltre cento di famiglie che, grazie al contributo di associazioni e cittadini, potranno ricevere un incentivo per rimettersi in piedi e riavviare quell’attività che hanno perduto con il terremoto. “Piccoli artigiani, commercianti”, ha aggiunto Pirozzi, “Qui erano tanti ed erano lo zoccolo duro: ora, però, non c’è più nulla”.

Un fondo che garantisca per otto mesi sostegno al reddito a quelle famiglie che hanno scelto di ricominciare e di non abbandonare Amatrice. Un sogno, quello di ripartire, che il sindaco definisce possibile grazie al contributo di tanti piccoli comuni, come appunto Bordighera.

“E’ stata straordinaria la partecipazione di tutti i comuni, le associazioni e le persone coinvolte”, ha dichiarato Mariella Marongiu, presidente della Protezione Civile A.I.B. Bordighera, “Abbiamo raccolto questi fondi organizzando serate gastronomiche e musicali a tema in diverse località, con il contributo anche di scuole di danza e band locali che si sono esibite gratuitamente. E’ stato fantastico vedere i bambini avvicinarsi alle casse con i cinque euro della loro paghetta da donare ai terremotati, così come hanno fatto i loro nonni, magari tirando la cinghia e togliendo qualcosa da una pensione minima”.

“La vera risorsa siete voi”, ha detto Sergio Pirozzi, riferendosi ai volontari della Protezione Civile che hanno lavorato sodo per raggiungere gli oltre 18mila euro da inviare ad Amatrice, “Al di là dell’importo raccolto, la cosa che più ci ha fatto piacere è stata la vicinanza, l’affetto dimostrato nei nostri confronti”. Il sindaco sa benissimo che anche il ponente ligure è una terra fragile, più volte piegata dal maltempo: “Siete l’esempio del grande cuore dell’Italia”, ha concluso rivolgendo il suo grazie a tutti i cittadini che hanno dato il loro contributo alla raccolta fondi, “La vostra è una terra che ha sofferto per cui quello che ci avete donato è quattro volte più importante. Tutte le donazioni che ci stanno arrivando, noi le porteremo al museo della memoria affinché un domani la nostra gente, se mai ci sarà bisogno, sarà la prima ad aiutare gli altri, come si fa in una vera comunità. Colgo l’occasione per ringraziare davvero tutti: voi siete la forza che ci fa andare avanti e ripartire quando verrebbe solo voglia di andare via. Siete delle belle persone e mi fermo qui. Grazie di tutto”.

Non potendo recarsi sui luoghi devastati dal sisma, i volontari della Protezione Civile hanno scelto di raccogliere fondi per sentirsi comunque vicini a chi, alle prime ore dello scorso 24 agosto, ha perso tutto: “Abbiamo destinato il nostro contributo in modo che venga utilizzato per la ripresa delle attività commerciali”, ha spiegato Mariella Marongiu, “Avendo inoltre constato la genuina e solidale professionalità del sindaco Sergio Pirozzi ed il bene sincero ed immenso che prova per la sua comunità, siamo sicuri che la cifra devoluta verrà spesa nel migliore dei modi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.